Libido (film 1965)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Libido
Salerno Broschero.JPG
Vittorio Salerno e Dominique Boschero sul set di "Libido", 1965
Titolo originale Libido
Lingua originale Italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1965
Durata 90 min
Dati tecnici Bianco e Nero
Genere thriller
Regia Ernesto Gastaldi, Vittorio Salerno,
Soggetto Ernesto Gastaldi, Vittorio Salerno, Mara Maryl
Sceneggiatura Ernesto Gastaldi, Vittorio Salerno
Distribuzione (Italia) Mondial Video
Fotografia Romolo Garroni con il nome Romy Garroni
Montaggio George Money
Musiche Carlo Rustichelli
Interpreti e personaggi

Libido è un film del 1965 diretto da Ernesto Gastaldi e Vittorio Salerno interpretato da Giancarlo Giannini e Dominique Boschero.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il giovane Christian va con la moglie in una spettrale villa lasciatagli in eredità dal padre, accompagnato dal tutore nonché esecutore testamentario anch'esso insieme alla consorte. Consumato dal terrore di diventare un maniaco sessuale, come lo era stato il padre, l'uomo deve far fronte ad una diabolica macchinazione messa in atto dalla moglie del tutore per sfuggire a quello che sembra il suo inevitabile destino.

La lavorazione[modifica | modifica wikitesto]

Il film venne filmato in soli 18 giorni ed ebbe un grande successo commerciale, considerando il costo incredibilmente basso di 26 milioni di Lire. Venne venduto negli Stati Uniti per 25000 Dollari.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema