Letteratura canadese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Le prime tracce di letteratura canadese risalgono alla seconda metà del Settecento. La letteratura canadese può essere divisa in due parti, a seconda della propria origine: una basata sulla cultura e letteratura della Francia, l'altra dell'Inghilterra. Ognuna di queste è scritta nel linguaggio della propria cultura di origine, in presenza di scarsi contatti e legami con l'altra etnia e di forti dipendenze con la letteratura europea. Questi fattori hanno ritardato la nascita di una autonoma letteratura canadese.[1]

Caratteristiche della letteratura canadese[modifica | modifica wikitesto]

..., riflette principalmente la prospettiva canadese della natura, delle vita di frontiera e della posizione del Canada nel mondo. La diversità etnica e culturale del Canada è riflessa nella letteratura attraverso i suoi scrittori prominenti.

  • Natura: gli autori canadesi spesso analizzano gli effetti del clima e della geografia sulla vita delle persone.
  • Vita di frontiera: è spesso menzionata nella letteratura canadese. Molti autori evocano, come un tema, la marcia verso l'ovest attraverso il Canada.[senza fonte] Altri documentano il dramma nella vita dei pescatori. Inoltre, la mai-presente frontiera del nord è un tema largamente utilizzato insieme alla costante espansionse nell'Artico.[senza fonte]
  • La posizione del propria cultura nel mondo: molti scrittori canadesi riflettono su questo tema.[senza fonte] I canadesi francesi spesso si ritengono circondati dai i loro vicini inglesi, per questo motivo preservano in modo risoluto le proprie istituzioni e cultura.[senza fonte] Similmente, i canadesi inglesi si sentono circondati dalle persone e dalla cultura degli Stati Uniti.[senza fonte] Molti romanzi e poemi mostrano come gli scrittori canadesi considerano questo come un problema.[senza fonte]

Per quanto riguarda la letteratura franco-canadese si possono menzionare François-Xavier Garneau (1809-1866) e il poeta Louis Fréchette (1833-1908) influenzati sia da Victor Hugo e sia dal Simbolismo. I letterati franco-canadesi ricercarono sia una tradizione popolare originale sia temi locali da immortalare.

La letteratura anglo-canadese diede i primi segni di vita con una vasto catalogo inerente ai viaggi degli esploratori e sulla vita dei coloni; la poesia evidenziò ottimi risultati nelle opere di Isabella Valency Crawford (1850-1887) e di William Henry Drummond (1854-1907), mentre nella narrativa si misero in evidenza James de Mille (1833-1889) e Frederick Philippe Grove (1872-1948).[1]

Altri autori da segnalare sono Robert W. Service (18741958) e Tom MacInnes (18671951).

Da ricordare, inoltre, la scrittrice di fama internazionale Margaret Atwood, vincitrice di diversi premi letterari.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Universo, De Agostini, Novara, Vol. III, pag.20
Controllo di autoritàLCCN (ENsh85019388 · BNF (FRcb119779474 (data)