La domenica della vita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La domenica della vita
Titolo originaleLe Dimanche de la vie
AutoreRaymond Queneau
1ª ed. originale1952
1ª ed. italiana1954
Genereromanzo
Lingua originale francese

La domenica della vita (Le Dimanche de la vie) è un romanzo di Raymond Queneau del 1952.

Nel 1967 il libro è stato trasposto in un film di Jean Herman, con Danielle Darrieux nel ruolo della protagonista.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

1936. Julia, una merciaia di provincia si invaghisce di Valentin Brû, un soldato di seconda classe molto più giovane di lei, solito passare davanti alla vetrina del suo negozio all'ora di pranzo. Con l'aiuto della sorella Chantal, riesce a scoprire l'identità del soldato con l'obiettivo di sposarlo. Entrambi si spostano a Parigi, dove Valentin, dopo essere stato in viaggio di nozze da solo, si prende cura del negozio di quadri della madre di Julia, che nel frattempo è morta. All'insaputa del marito, Julia diventa cartomante.

Valentin sente i segni premonitori di quella che sarà la seconda guerra mondiale. Gli affari del suo negozio, mai stati brillanti anche a causa del suo carattere semplice e generoso, vanno ancora peggio. Julia si ammala, e chiede a Valentin di sostituirla come cartomante. Valentin, dopo un po' di indecisione, accetta e si accorge di essere portato a prevedere il futuro. Valentin riceve la cartolina che lo richiama nell'esercito, ed è costretto a partire, ma si ritrova in un plotone dimenticato dal resto dell'armata. Ciò nonostante, vengono fatti prigionieri dai tedeschi. Il romanzo si conclude con Julia che lo ritrova mentre, di nuovo in libertà, sta prendendo un treno per tornare a Parigi.

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàBNF (FRcb15016000h (data)
Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura