La città e i cani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La città e i cani
Titolo originale La ciudad y los perros
Autore Mario Vargas Llosa
1ª ed. originale 1963
1ª ed. italiana 1967
Genere romanzo
Lingua originale spagnolo
Ambientazione Scuola Militare Leoncio Prado, Lima, Perù, XX secolo
Personaggi Tenente Gamboa, il Giaguaro
Protagonisti Alberto Fernandez
Coprotagonisti Ricardo Arana
Altri personaggi Higueras, lo Schiavo, Teresa

La città e i cani (La ciudad y los perros) è il primo romanzo dello scrittore peruviano Mario Vargas Llosa, pubblicato nel 1963.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ambientato nella comunità di cadetti della scuola militare di Lima - la rigidissima Scuola Militare Leoncio Prado alla quale il padre di Vargas Llosa, che osteggiava la sua passione per la scrittura, affidò il figlio - il romanzo autobiografico descrive una dura esperienza di vita, intesa come metafora della violenza contemporanea. Accanto al racconto principale si intrecciano, con un uso davvero sperimentale per l'epoca, flashback riguardanti il passato dei principali personaggi.

Trasposizione cinematografica[modifica | modifica wikitesto]

Il romanzo fu portato sullo schermo cinematografico nel film omonimo dal regista peruviano Francisco J. Lombardi.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • La città e i cani, trad. Enrico Cicogna, Collana I Narratori n.118, Milano, Feltrinelli, 1967, pp. 426.; Collana Universale Economica n.736, Feltrinelli, 1976.
  • La città e i cani, trad. E. Cicogna, Collana La Scala, Milano, Rizzoli, 1985, pp. 435, ISBN 978-88-176-7881-0.
  • La città e i cani, trad. E. Cicogna, Collana Einaudi Tascabili n.498, Torino, Einaudi, 1998, pp. 398, ISBN 978-88-061-4774-7.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4674385-6 · BNF: (FRcb12091776q (data)
letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura