L'ombra del leone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ombra del leone
Titolo originale The Venetian Betrayal
Autore Steve Berry
1ª ed. originale 2007
Genere romanzo
Lingua originale inglese
Preceduto da Le ceneri di Alessandria
Seguito da La tomba di ghiaccio

L'ombra del leone (The Venetian Betrayal) è il terzo libro della saga riguardante Cotton Malone, personaggio inventato dallo scrittore Steve Berry.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Fuoco ovunque, che si propaga ad una velocità spaventosa: quando Cotton Malone riprende conoscenza all'interno del Museo di Cultura Greco-Romana di Copenaghen, le fiamme sono tutt'intorno a lui e stanno per raggiungerlo. In quel momento, Cassiopea Vitt accorre in suo aiuto e insieme riescono miracolosamente a sfuggire all'incendio. Sconcertato e confuso, Malone si confronta con Henrik Thorvaldsen, l'eccentrico miliardario danese proprietario del museo, e scopre che quell'incendio è servito da copertura per il furto di un'antica moneta greca: secondo la leggenda, infatti, esistono otto decadracme che, se affiancate, mostrano la soluzione del Rebus di Tolomeo, un enigma che indica l'ubicazione della tomba di Alessandro Magno. Nel frattempo, a Samarcanda, il primo ministro della Federazione Centroasiatica, nata dalla fusione di alcune ex Repubbliche sovietiche, è in attesa di sapere se i suoi uomini si sono impossessati della moneta conservata a Copenaghen.

Per risolvere uno dei più grandi enigmi dell'antichità e sventare una guerra batteriologica in Asia, Cotton Malone dovrà ricostruire la storia delle monete e scoprire cosa nasconde la tomba di Alessandro Magno. Un mistero intricato e sfuggente, perché la chiave del segreto si cela nella cripta della basilica di San Marco.

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura