Kyoto box

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Kyoto box è un forno solare inventato da Jon Bohmer, un norvegese. L'invenzione, semplice ed economica gli ha permesso di vincere il primo premio (75000 $) del Financial Times Climate Change Challenge nel 2009[1][2].

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il forno è composto da due scatole di cartone di cui la più grande, ha le pareti interne rivestite di alluminio mentre quella più piccola ha le pareti colorate di nero e da un vetro di plexiglas che le copre[3].

Se si diffondesse potrebbe ridurre significativamente il consumo di legna per accendere fuochi; inoltre può essere utile per bollire e sterilizzare l'acqua infetta[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Richard Black, Prize for 'Sun in the box' cooker, su BBC. URL consultato il 31 maggio 2018.
  2. ^ (EN) Saeed Ahmed, Inventor turns cardboard boxes into eco-friendly oven, su cnn.com. URL consultato il 31 maggio 2018.
  3. ^ Ritana Schirinzi, Kyoto Box: il forno ad energia solare, su Design Mag. URL consultato il 31 maggio 2018.
  4. ^ Kyoto Box: il forno solare che salverà milioni di persone, su mondohightech.com. URL consultato il 31 maggio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sito ufficiale, su kyoto-energy.com (archiviato dall'url originale il 18 luglio 2014). Modifica su Wikidata