Kudos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il termine inglese kudos deriva dal greco antico κῦδος (traslitt.:kŷdos), col significato originario di "gloria", fama, "rinomanza", acquisita soprattutto in guerra[1][2], implicando, quindi, un riconoscimento pubblico positivo per le proprie azioni[3]. Il termine è di uso comune in vari ambiti lessicali nei paesi anglofoni: nell'inglese britannico (dove si pronuncia /ˈkjuː.dɒs/ ) indica "la pubblica ammirazione che una persona riceve come risultato di una particolare conquista o posizione nella società"[4], mentre nell'inglese americano (pron. /ˈkuː.dɑːs/ [4], o /ˈku·dɑs, -doʊs/ [5]) indica "la lode, l'ammirazione, e la fama ricevuti per un risultato"[5]. Il termine kudos, in origine singolare, viene spesso usato nella lingua inglese come se fosse plurale, dato che termina per -s: di conseguenza, ne è stato ricavato anche un nuovo singolare, kudo.[6]

Diffusione del termine[modifica | modifica wikitesto]

Il termine si diffuse negli anni venti nel mondo anglosassone attraverso il giornalismo[3], soprattutto nei titoli degli articoli[6].

Il suo uso si è esteso nell'ambito aziendale, per indicare i risultati raggiunti[7].

Il vocabolo si è affermato anche in ambito web, per indicare una valutazione (una sorta di "punteggio") dato agli utenti di social network (ad esempio in MySpace o in Strava come in Reddit) agli interventi pubblicati, a servizi online, a videogiochi, o anche come feedback per campagne di web marketing[8].

In alcuni casi, specie nei contesti aziendali, il termine kudos può essere rafforzato dal termine "spaziale". Spesso, questo epiteto, viene condiviso ad alta voce nei luoghi di lavoro in modo che il diretto interessato ne venga cosi a conoscenza. Nell'universo aziendale anglosassone, viene affiancato da suoni onomatopeici che rimandano a vecchi effetti speciali della cinematografia fantascientifica degli anni 70 (es. suono dell'arma laser nel momento in cui viene esplosa).[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Franco Montanari, Vocabolario della lingua greca, Torino, Loescher, 2004.
  2. ^ (EN) Henry Liddell e Robert Scott, κῦδος, in A Greek-English Lexicon, 1940.
  3. ^ a b (EN) Robert Gorell. What's in a Word? Etymological Gossip About Some Interesting English Words. University of Nevada Press 2001, ISBN 0874173671, p. 61.
  4. ^ a b (EN) kudos, in Cambridge Advanced Learner’s Dictionary & Thesaurus, Cambridge University Press. URL consultato l'11 giugno 2016.
  5. ^ a b (EN) kudos, in Cambridge Academic Content Dictionary, Cambridge University Press. URL consultato l'11 giugno 2016.
  6. ^ a b (EN) Kudos Definition. Dictionary.com
  7. ^ (EN) Morry Sofer, MariCarmen Pizarro. Italian Business Dictionary. 2006 (frammento del testo disponibile su Google Libri)
  8. ^ (EN) How can organisations develop effective, rather than just ‘shiny’, social ideas?, rmmlondon.com. URL consultato il 14 febbraio 2015.
  9. ^ Star Wars Wav Files - Sound Bites from the Star Wars Saga - The Sound Archive., su www.thesoundarchive.com. URL consultato il 3 dicembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]