Köprülü

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Köprülü (disambigua).

Köprülü o famiglia dei Köprülü (in albanese Dinastia Kypriljotëve (Kyprilinjte o Qypriljoti) è il nome di una famiglia di Gran Vizir e di Paschà dell'Impero ottomano di origine albanese[1][2], insediatisi nella località di Köprü (Ponte), l'attuale Vezirköprü (ponte del vizir) nella Provincia di Samsun, nell'antica regione del Ponto.

Nel 1656, Mehmet Köprülü arriva al potere a Costantinopoli ed inaugura un periodo di più di venticinque anni di stabilità di governo, di riforme politiche e militari e più in generale di restaurazione del prestigio e della potenza dell'Impero Ottomano. Questa politica fu continuata da suo figlio e successore, Ahmed Pascià (1661-1676) e poi da suo genero Kara Mustafa (1676-1683). Quest'ultimo in particolare opprime gli ambasciatori e soprattutto i mercanti stranieri di tasse gravose.

Köprülü è il nome di una famiglia particolarmente nota di:

Nome anni Gran vizir nel Sultano(i)
Mehmet Köprülü 15831661 16561661 Mehmed IV
Fazil Ahmet Köprülü 16351676 16611676 Mehmed IV
Kara Mustafa
(adottato)[3]
16341683 16761683 Mehmed IV,
Solimano II
Abaza Siyavush Pascià II
(adottato)[4]
16271688 16871688 Solimano II
Mustafa Köprülü 16371691 16891691 Solimano II,
Ahmed II
Hüseyin Köprülü morto nel 1702 16971702 Mustafa II
Numan Köprülü morto nel 1719 17101711 Ahmed III

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Schwartz, p. 100.
  2. ^ Banač, p. 292.
  3. ^ Kara Mustafa Pasha era stato adottato dalla famiglia Koprulu ed era il cognato di Koprulu Fazil Ahmet Pasha.
  4. ^ servo di Köprülü Mehmed Pascià, di cui soposò la figlia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN59895561 · CERL cnp00557546 · GND (DE119501015 · WorldCat Identities (ENviaf-59895561
  Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia