Jan Akkerman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jan Akkerman
Jan Akkerman 2005.jpg
NazionalitàPaesi Bassi Paesi Bassi
GenereRock progressivo
Beat
Hard rock
Jazz
Periodo di attività musicale1958 – in attività
Strumentochitarra, liuto, fisarmonica
Sito ufficiale

Jan Akkerman (Amsterdam, 24 dicembre 1946) è un chitarrista olandese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò nei tardi anni sessanta con il gruppo Brainbox, poi nel 1969 fu uno dei fondatori dei Focus, guidati dal tastierista-compositore Thijs van Leer, con cui realizzò due dischi[1]. Scrisse il famoso brano strumentale "House of the king", che arrivò in testa alle classifiche di vendita in Europa e Stati Uniti. Seguì un tour mondiale che portò i Focus a grande notorietà, e Jan Akkerman venne premiato come miglior chitarrista del mondo, nell'anno 1973.

Seguirono altri dischi e altri tour, fino al termine del 1975 quando Akkerman intraprese la carriera solista, lasciando i Focus, che dopo un anno si sciolsero.

Dal 1976 si esibì "unplugged" (solo con la chitarra) e anche con il suo gruppo, in un genere che possiamo definire "fusion", ma con molte venature melodiche e anche sinfoniche. Attualmente Jan Akkerman non fa mancare la sua presenza nei vari Jazz Festival di Belgio, Paesi Bassi e Germania Settentrionale.

Comunque nel 1990, per la televisione olandese, Akkerman, Van Leer e gli altri Focus si riunirono e suonarono alcune canzoni, ma l'episodio fu isolato. Nel 1990 un suo disco venne prodotto da Miles Copeland, e ne venne tratto un singolo intitolato "Prima Donna", che ebbe un discreto successo. Dopodiché la sua fama declinò, ma restò a un buon livello quantomeno nei Paesi Bassi.

Nel 2002 alla ricostituzione dei Focus, Jan Akkerman decise di non farne parte.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nick Logan e Bob Woffinden, Enciclopedia del rock, Milano, Fratelli Fabbri Editore, 1977.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • David Randall: in & out of focus - the music of Jan Akkerman & focus. SAF Publishing, London, 2002. ISBN 0-946719-44-6
  • Brigitte Tast, Hans-Juergen Tast: „be bop” - Die Wilhelmshöhe rockt. Disco und Konzerte in der Hölle. Verlag Gebrüder Gerstenberg GmbH & Co. KG, Hildesheim 2007, ISBN 978-3-8067-8589-0.
  • Brigitte Tast, Hans-Juergen Tast: „be bop” - Rock-Tempel & Nachtasyl - Band 2 zur Legende. Hildesheim: Verlag Gebr. Gerstenberg 2009. ISBN 978-3-8067-8733-7.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN54335476 · ISNI (EN0000 0000 5944 4600 · LCCN (ENn91030657 · GND (DE134311914 · BNF (FRcb13931089k (data)