Inglese moderno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Modern English" rimanda qui. Se stai cercando il gruppo musicale britannico, vedi Modern English.

Si dice inglese moderno (in inglese, modern English) l'insieme delle varietà linguistiche della lingua inglese a partire dal 1500.

Questo periodo è diviso in due fasi principali:

  1. Early Modern English (1500 - 1700): periodo di grandi trasformazioni della lingua dal punto di vista fonetico. Nel vocabolario dell'epoca troviamo, grazie agli studi classici intrapresi dalla società, nuove parole di origine greca e latina oltre che spagnola, francese e italiana.
  2. Modern English (1700 - oggi): Con lo sviluppo dell'Impero Britannico anche il vocabolario inglese si arricchì di nuovi termini facendo divenire l'inglese un idioma cosmopolita. Un altro fattore che aggiunse terminologie nuove al lessico inglese fu il progresso che si ebbe in questi anni nelle materie scientifiche e tecnologiche.

Early Modern English[modifica | modifica wikitesto]

Talvolta abbreviato in EModE o ENE , è la fase dello sviluppo della lingua inglese successiva al Medio Inglese e compresa tra la fine del XV secolo e la fine del XVI secolo (e quindi coincidente con le dinastie Tudor e Stuart ).

Una novità introdotta è quello di instaurare una lingua che non è forzata dai dialetti ma in un certo senso standardizzata e che coinvolgesse non solo l'Inghilterra ma anche il Galles, Irlanda e le regioni meridionali scozzesi .

Tra le altre ,o pere che utilizzano tale linguaggio sono sicuramente le opere di Christopher Marlowe e William Shakespeare, La Morte di Artù di Thomas Malory ,la Grande Bibbia di Myles Coverdale, Libro delle Preghiere Comuni di Thomas Cranmer, la Bibbia di Re Giacomo, Paradiso Perduto di John Milton .