Indice internazionale dei coloranti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'indice internazionale dei coloranti (Colour Index International) è un registro di riferimento per le sostanze coloranti gestito da Society of Dyers and Colourists (Società dei tintori e coloristi) e da American Association of Textile Chemists and Colorists (Associazione americana dei chimici tessili e coloristi) e usato come riferimento per i preparati in commercio sia da produttori che utilizzatori.

La prima edizione fu stampata nel 1925, ma oggi è presente esclusivamente sul web. Le sostanze coloranti, siano esse pigmenti o coloranti, sono catalogate per nome generico (Colour Index Generic Names) e per numero (Colour Index Constitution Numbers). Questo numero è normalmente preceduto dal prefisso C.I. o CI, per esempio C.I. 73000 indica il blu tino I.

Per ogni riferimento è indicato il produttore, la forma fisica, gli usi principali commentati dai produttori per aiutare eventuali clienti. La disponibilità di un sistema standard di classificazione è di grande aiuto a produttori e utilizzatori perché risolve conflitti legati alla storicità, proprietà e genericità dei nomi utilizzati per i colori.

Numero di colour index[modifica | modifica sorgente]

I numeri di colour index sono raggruppati secondo la struttura chimica.

Struttura Numeri Categoria
Nitroso 10000-10299
Nitro 10300-10999
Monoazo 11000-19999
Diazo 20000-29999
Stilbene 40000-40799
Difenilmetano 41000-41999
Trifenilmetano 42000-44999
Xantene 45000-45999
Acridina 46000-46999
Chinolina 47000-47999
Metino 48000-48999
Tiazolo 49000-49399
Indamine 49400-49699
Indofenolo 49700-49999
Azina 50000-50999
Ossazina 51000-51999
Tiazina 52000-52999
Amminochetone 56000-56999
Antrachinone 58000-72999
Indigoide 73000-73999
Ftalocianina 74000-74999
Pigmenti inorganici 77000-77999

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]