Ibrahim Shah di Selangor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ibrahim Shah di Selangor
Sultano di Selangor
In carica 1778 –
27 ottobre 1826
Predecessore Salahuddin Shah
Successore Muhammad Shah
Nome completo Paduka Sri Sultan Ibrahim Shah ibni Sultan Saleh ud-din
Nascita 1736 circa
Morte Kuala Selangor, 27 ottobre 1826 (87 anni circa)
Luogo di sepoltura Cimitero reale di Bukit Melawati
Padre Salahuddin Shah di Selangor
Madre Engku Puan
Coniugi Tunku Chik (Chu Che o Ku Chik)
Raja Andak binti Daing Kamboja (?-1776, div.)
? bint Tengku Mangku Putera
Cik Long Halijah binti Dato' Husain
Encik Salama
Encik Shaima
Figli Raja Ismail
Raja Abu Said
Paduka Sri Sultan Muhammad Shah
Raja 'Abdu'llah
Raja Ahmad
Raja Yusoh
Raja Hassan
Raja Husain
Raja Haji
Raja 'Abdu'l Rahman
Raja Yusuf
Raja Abbas
Raja Saleh
Raja 'Aisha (Siah)
Raja Sani (Sitti)
Raja Amina (Inah)
Raja Fatima
Raja Mariam
Raja Maimuna
Raja Khadija
Raja Halija
Raja Hamida
Religione Musulmano sunnita

Paduka Sri Sultan Ibrahim Shah ibni Sultan Saleh ud-din (1736Kuala Selangor, 27 ottobre 1826) è stato sultano di Selangor in Malaysia dal 1778 al 1826.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ibrahim Shah di Selangor nacque nel 1736 ed era figlio del sultano Salahuddin Shah e della sua prima moglie Engku Puan. Venne educato privatamente.

Salì al trono alla morte del padre nel 1778. Il 2 agosto 1784 fu sconfitto da una forza combinata di olandesi e del sultanato di Siak Sri Indrapura. Con la sua famiglia e ministri si ritirò prima a Hulu Selangor e poi nel Pahang. Riuscì a radunare un esercito di duemila uomini e il 28 luglio dell'anno successivo attaccò e sconfisse gli olandesi a Permatang. Subito dopo catturò Fort Altingsburg e Kuala Selangor. Il 29 luglio 1786 firmò un trattato grazie al quale gli fu restituita la corona.

Si sposò nove volte ed ebbe ventidue figli, tredici maschi e nove femmine.

Morì a Kuala Selangor il 27 ottobre 1826 e fu sepolto nel cimitero reale di Bukit Melawati.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • J M Gullick, A History of Selangor, The Malaysian Branch of the Royal Asiatic Society, 2004, ISBN 967-9948-10-2.