I gemelli di Kuma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I gemelli di Kuma
Autore Licia Troisi
1ª ed. originale 2011
Genere romanzo
Sottogenere fantasy
Lingua originale italiano
Protagonisti Sofia
Altri personaggi *Lidja
  • Fabio
  • Karl
  • professor Schlafen
  • Chloe
  • Ewan
Serie La ragazza drago
Preceduto da La clessidra di Aldibah

I gemelli di Kuma è un romanzo fantasy di Licia Troisi del 2011; è il quarto libro della saga de La ragazza drago.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sofia sogna di essere in un cimitero con un cane. Grazie all'aiuto di Karl capiscono che il frutto di Kuma (l'ultimo drago) si trova nel cimitero di Edimburgo. Allora i quattro Draconiani, insieme al prof., si recano in Scozia. Su un giornale leggono che una ragazza di nome Chloe è stata rapita, così pensano che Nida l'abbia rapita e per aver informazioni si recano dalla madre. Lì scoprono che la ragazza ha un gemello: Ewan. Grazie al draconoscopio (un attrezzo in grado di scoprire i Dormienti) e ai racconti di Gillian(la madre dei ragazzi) capiscono che Ewan e Chloe posseggono lo spirito di Kuma e che dentro il loro corpo c'è il frutto diviso a metà (perché nel passato Kuma per difendere il suo frutto lo ingoiò) per recuperare il frutto però devono ritrovare Chloe, per ricomporre il frutto e perché i due gemelli separati non hanno potere. Durante questa avventura succedono varie cose:

  • Fabio e Sofia si baciano due volte.
  • Lidja s'innamora di Ewan.
  • Nida stringe un patto con i Draconiani in quanto sa che prima o poi Nidhoggr si libererà di lei, ma in realtà, nonostante abbia tradito il suo padrone, Nida vuole vendicarsi di Fabio.
  • I Draconiani scoprono che Nidhoggr è entrato nel corpo di Chloe e che lo spirito della ragazza vaga per il cimitero che è prigioniero a sua volta di un fantasma.
  • Nida svela la realtà a Sofia: Thuban e il suo Signore erano fratelli e che in realtà Nidhoggr era un drago come gli altri dalle squame verde scuro che è stato sfigurato in seguito a un potente incantesimo lanciato da Thuban stesso. Sofia non può credere alle sue parole ed è molto arrabbiata con il Prof. perché pensa che lui gli abbia tenuto nascosta la verità per farla combattere, così fugge, ma grazie a Fabio decide di ritornare.
  • Sofia scopre da Schlafen che sua madre abita a Edimburgo e decide di andarla a trovare. Quando Sofia si presenta a casa della donna scopre che sua madre ha una famiglia e una sorella, ma quando si presenta lei la caccia. Lei non aveva mai voluto quella strana figlia e per ciò l'aveva abbandonata.

Alla fine del libro i ragazzi riescono a recuperare Chloe che insieme alla madre e a Ewan si trasferisce al lago Albano. Insomma tutti i Draconiani meno Fabio si trasferiscono nella casa di Georg. Fabio spiega a Sofia che lui non sarà mai come tutti i Draconiani poiché non vuole combattere, in quanto bloccato dalla paura di veder morire le persone a lui care, decide allora di isolarsi e di non affezionarsi più a nessuno, ma Sofia riesce a dissuaderlo. Intanto Nidhoggr riesce a mettere gli artigli sul frutto più importante: quello di Thuban.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]