I due Foscari (Byron)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I due Foscari
Titolo originaleThe Two Foscari
The Two Foscari, Sardanapalus, and Cain.jpg
La prima edizione dell'opera
AutoreLord Byron
1ª ed. originale1821
Genereopera teatrale in versi
Lingua originale inglese

I due Foscari (in inglese: The Two Foscari: An Historical Tragedy) è un'opera in versi di Lord Byron del 1821. La trama, ambientata nella Venezia della metà del XVI secolo, si ispira, anche se con molte licenze poetiche, alla vicenda del doge Francesco Foscari e di suo figlio Jacopo. L'opera di Byron è servita come base per la successiva opera lirica I due Foscari di Giuseppe Verdi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jacopo Foscari, ultimo figlio rimasto in vita del doge di Venezia, viene esiliato per ben due volte; la prima per tradimento contro la Repubblica e la seconda per l'assassinio di un membro del Consiglio dei Dieci. Viene richiamato dal suo secondo esilio per rispondere alle pesanti accuse di tradimento e l'opera si apre proprio con il suo interrogatorio alla sbarra. Il Consiglio decide di esiliarlo una terza volta e questa volta in perpetuo. Suo padre, il doge Francesco Foscari, firma il decreto, anche se il suo spirito è disperato per questa disgrazia finale. Il figlio Jacopo, con spirito patriottico, accetta la sentenza, però si lascia morire. Il Consiglio dei Dieci forza la mano al doge e lo costringe ad abdicare e così, mentre si sentono le campane che indicano l'inizio delle elezioni per il nuovo doge, quello vecchio muore.

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura