I buoni e i cattivi (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I buoni e i cattivi
Titolo originaleHeroes and Villains
AutoreAngela Carter
1ª ed. originale1969
1ª ed. italiana2003
Genereromanzo
Sottogenerefantascienza post apocalittica
Lingua originaleinglese
ProtagonistiMarianne

I buoni e i cattivi (Heroes and Villains) è un romanzo di fantascienza post apocalittica della scrittrice e giornalista britannica Angela Carter.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il romanzo è ambientato in un lontano futuro, in un mondo spopolato dalla guerra nucleare e racconta la storia di Marianne, la figlia di un appartenente alla casta che regge le sorti di ciò che rimane del mondo civile. La ragazza conduce un'esistenza noiosa e prevedibile in cima alla sua bianca torre, vivendo agiatamente con il padre, un Professore di Storia, e l'anziana tata, la quale si prende cura di lei. Al di fuori dei pochi villaggi fortificati, c'è un mondo ostile governato dai Barbari, da altre specie umane mutanti e da animali di tutte le razze, fuggiti dagli zoo e riprodotti in gran numero.[1]

Il fratello di Marianne è morto, ucciso da un Barbaro adolescente durante una scorreria qualche anno prima, e la madre, di conseguenza, è morta di crepacuore.

Un giorno Marianne incontra per caso un Barbaro ferito (lo stesso che anni addietro aveva provocato la morte di suo fratello, come la ragazza scoprirà in seguito), che giace nascosto nel capanno dietro la casa. Marianne, spinta forse da pietà, lo aiuta a fuggire dal villaggio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Richard Boston, They Survived a Nuclear War, dal The New York Times del 13.9.1970, Url consultato il 7.3.2014

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]