Hippolyte Jouvin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Hippolyte Jouvin (Clinchamp, 7 dicembre 1825Parigi, 1889) è stato un fotografo francese.

Venezia, Ponte dei Sospiri, stereofotografia

Jouvin fu un pioniere della fotografia, ritraendo le strade di Parigi con una visione stereoscopica. Tra i vari soggetti, fotografò Rouen e la Comune di Parigi. Jouvin è presente nelle collezioni del museo d'Orsay e della Biblioteca nazionale di Francia.[1]

Una delle fotografie più note è Il viale di Strasburgo (Boulevard de Strasbourg), a Parigi, che si rifà ai vari paesaggi cittadini dipinti da pittori come Gustave Caillebotte o Claude Monet. Un elemento importante di queste rappresentazioni è proprio la visione dall'alto, spesso da una finestra, che indica il distacco dell'artista e il suo desiderio di rappresentare gli elementi di luce e colore del paesaggio, piuttosto che le figure umane.[2]

Boulevard de Strasbourg, stereofotografia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Catalogo online della Biblioteca nazionale di Francia: Hippolyte Jouvin
  2. ^ Analisi presente ne Il realismo nella pittura europea del XIX secolo, Linda Nochlin, 2003, p.197, traduz. G. Scattone, Einaudi (collana Piccola biblioteca Einaudi. Nuova serie), ISBN 9788806165567

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Catalogo dell'esposizione La photographie stéréoscopique sous le Second Empire (1995), presso la BNF (ISBN 2717719415)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN305420154 · ISNI (EN0000 0004 2044 9374 · BNF (FRcb144968676 (data) · WorldCat Identities (EN305420154