Herihor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Herihor
KingHerihorAdoreOsiris.jpg
Herihor nell'atto di adorare Osiride nell'aldilà, rappresentato su un papiro funerario della sua sposa Nodjmet.
Primo Profeta di Amon
In carica Nuovo Regno
Incoronazione 1088 a.C. ± 30 anni
Predecessore Amenhotep
Successore Payankh
Morte 1081 a.C. ± 30 anni
Dinastia Dinastia dei Primi Profeti di Amon
Consorte Nodjmet

Herihor Siamon (... – 1081 a.C. circa) è stato un Primo Profeta di Amon durante la XX dinastia egizia.

Viene ricordato come il primo dei Primi Profeti di Amon presso il complesso templare di Karnak, a rendere ereditaria la sua carica, dando inizio ad una dinastia parallela a quella reale che governò sull'Alto Egitto durante parte del terzo periodo intermedio.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Herihor, di probabile origine libica, già prima di acquisire il titolo di Primo Profeta di Amon era un importante funzionario della corte di Ramesse XI presso cui deteneva svariati incarichi quali: Flabellifero alla destra del re, Capo degli scribi reali, Sovraintendente al doppio granaio, Responsabile di tutti i distretti del sud, Capo dell'esercito.

Herihor venne inviato a Tebe, e investito della carica di Primo Profeta, da Ramesse XI con lo scopo di allontanare da quelle regioni Panehesi, un nubiano che Ramesse IX aveva fatto intervenire in quell'area per sedare dei tumulti e che si era, in seguito, comportato da usurpatore.
Svolto il suo incarico Herihor prese a comportarsi anch'egli in modo estremamente indipendente e nel 18º anno di regno di Ramesse XI proclamò la Weham-mesue, "Ripetizione delle nascite" (atto compiuto in precedenza solamente da due sovrani: Amenemhat I della XII dinastia e Seti I della XIX) ossia l'inizio di una nuova era. Dopo tale atto Herihor iniziò a datare i suoi monumenti dalla Weham-mesue e adottò la completa titolatura reale.
Malgrado questa aperta secessione non vi fu alcun tentativo di dichiarare decaduto il sovrano ufficiale ne alcun uso dei titoli usurpati al di fuori dei territori sottoposti al controllo del tempio di Amon di Karnak.

La sua tomba si trova presso la terrazza inferiore del tempio funerario della regina Hatshepsut mentre la mummia della sua consorte, la regina Nodjmet fu ritrovata nella tomba identificata come DB320 ove vennero nascoste decine di mummie reali per presevarle dall'azione dei violatori di tombe.

Titolatura[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Traslitterazione Significato Nome Traslitterazione Lettura (italiano) Significato
G5
ḥr Horo
E1
D43
G39 Z1 imn
n
Srxtail.jpg
k3 nḫt s3 imn Ka-nekhet Siamon Toro possente, figlio di Amon
G16
nbty (nebti) Le due Signore
sR4
p t
R8AA35O6O1 t
O34
n
Z2

D4
O4
D21
D21
t
D28
Z2sn
shtp ntrw qd hwt.sn jrj hrrt k3w.sn Colui che soddisfa gli dei, che innalza i loro templi, che soddisfa il loro Ka
G8
ḥr nbw Horo d'oro
D4
Z2
G25Aa1mip
t
Q1n
t
f
Z1
f

imn
n
X7 U2 Y1T14F35F35F35f
jrj 3ḫw(t) n jpt s(w)t n jt =f inm qm3 nrfw=f Colui che fa del bene a Karnak, per suo padre Amon creatore della sua bellezza
M23
X1
L2
X1
nsw bjty Colui che regna
sul giunco
e sull'ape
Hiero Ca1.svg
R8U36D1 p
n
imn
n
Hiero Ca2.svg
hm ntr tpj n imn Hem neter Tepi-en-Amon Il Primo Profeta di Amon
G39N5
s3 Rˁ Figlio di Ra
Hiero Ca1.svg
im&n N1
H8 Z1
G5
Hiero Ca2.svg
s3 imn hrj hr Siamon Herihor Figlio di Amon, Protetto da Horo

Datazioni alternative[modifica | modifica wikitesto]

Autore Anni di regno
Jansen-Winkeln 1076 a.C. - 1066 a.C.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN13107668 · GND (DE118983237 · CERL cnp00544087 · WorldCat Identities (EN13107668