Hans Friedrich Blunck

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ritratto di Hans Friedrich Blunck di Fritz Preiss

Hans Friedrich Blunck (Amburgo, 3 settembre 1888Amburgo, 24 aprile 1961) è stato uno scrittore e poeta tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò legge alle università di Kiel e Heidelberg, per poi diventare dirigente governativo e nel 1925 consulente legale dell'università di Amburgo.[1][2] La sua attività primaria fu tuttavia quella letteraria, espressa sotto forma di racconti, romanzi, poesie, favole, drammi teatrali, ballate.[1][2]

Fu un fervente nazista, e la sua ideologia nazionalista fu protagonista dei suoi scritti, che spesso vertevano su antichi miti celtici e sui concetti di razza e patria.[1][2] Durante il Terzo Reich fu presidente della Camera della Cultura del Reich e membro dell'Accademia della Letteratura del Reich.[1][2] Nel dopoguerra superò indenne il programma di denazificazione alleato, e continuò l'attività letteraria fino alla morte, pubblicando in particolare l'autobiografia in due volumi Unwegsame Zeiten, degna di nota per il ritratto benevolo e sostanzialmente apologetico del nazismo.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Robert S. Wistrich, Binding, Rudolf Georg, in Who's Who in Nazi Germany, Routledge, 2013, ISBN 978-1-136-41388-9.
  2. ^ a b c d e Henry Burnand Garland, Henry Garland e Mary Garland, Binding, Rudolf Georg, in The Oxford Companion to German Literature, Oxford University Press, 1997, ISBN 978-0-19-815896-7.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN71429256 · ISNI (EN0000 0001 2138 7409 · LCCN (ENn83146418 · GND (DE118512099 · BNF (FRcb121561936 (data) · BNE (ESXX5066293 (data) · BAV (EN495/220200 · NDL (ENJA00550175 · WorldCat Identities (ENlccn-n83146418