HMS Bellona (1760)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
HMS Bellona
Descrizione generale
Naval Ensign of the United Kingdom.svg
TipoVascello di terza classe
ProprietàRoyal Navy
Ordine28 dicembre 1757
Impostazione10 maggio 1758
Varo19 febbraio 1760
Radiazione1814
Destino finaleDemolita
Caratteristiche generali
Lunghezza51,25 m
Larghezza14,65 m
Altezza52 m
Pescaggio6,55 m
Velocità10 nodi (19 km/h)
Equipaggio650
Armamento
Artiglieria74 cannoni
voci di navi e imbarcazioni a vela presenti su Wikipedia

L'HMS Bellona fu un vascello britannico, varato il 19 febbraio del 1760.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La vera vita operativa della Bellona, una delle prime navi di linea a 74 cannoni, cominciò nell'agosto 1761 quando la nave impegnò e sconfisse la francese Courageux catturandola. Nel 1780 guidò un attacco contro i francesi al largo della Guadalupa. Tre anni più tardi entrò a fare parte della flotta del Baltico, ma poco prima della battaglia di Copenaghen si incagliò e non partecipò all'azione.

La stessa inoltre partecipò al cosiddetto Blocco di Brest, nella Inshore Squadron, posto in essere dalla marina inglese ai danni di quella francese tra il XVIII e XIX secolo durante le guerre napoleoniche.

La Bellona rimase in servizio fino al 1814, quando fu demolita.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La nave presentava un'innovazione per i tempi, introdotta dall'architetto Snodgrass, in quanto poteva contare su uno scafo rinforzato con bracci diagonali che le consentivano una maggiore resistenza sia al logorio della navigazione che alle eventuali bordate nemiche.

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

L' HMS Bellona, viene citata altresì dallo scrittore Patrick O'Brian che nel romanzo Doppia missione, viene dall'autore posta ai comandi del protagonista, il comandante di vascello Jack Aubrey.

Controllo di autoritàVIAF (EN129072695 · LCCN (ENn85170991
Marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina