Ground Zero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ground Zero il 12 settembre 2011

Ground Zero, in inglese, è il termine con il quale, dagli esperimenti sull'atomica del Progetto Manhattan e il successivo bombardamento nucleare del Giappone nel 1945, si designa il luogo sulla superficie terrestre-marina perpendicolare all'epicentro di una esplosione atomica, sia essa avvenuta in atmosfera, sottoterra o sott'acqua; in seguito il termine Ground Zero venne anche utilizzato, impropriamente, per identificare il punto focale del luogo dove avviene una massiccia deflagrazione, l'epicentro di un terremoto o di un altro disastro.

Informazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il termine è divenuto per antonomasia l'area nella parte meridionale di Manhattan (New York City, Stati Uniti d'America) sulla quale, prima degli attacchi terroristici alle torri gemelle dell'11 settembre 2001, sorgevano gli edifici WTC 1 e WTC 2 (Torri Gemelle), appartenenti al complesso del World Trade Center.

Per il riassetto dell'area e la nuova edificazione di edifici è stato indetto un concorso, vinto dall'architetto polacco-americano Daniel Libeskind.

Ricostruzione[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Sito del World Trade Center.

Il grattacielo One World Trade Center, precedentemente conosciuto come "Freedom Tower", è stato completato nell'autunno del 2013. Fino al tempo del progetto era destinato a diventare l'edificio più alto al mondo. Il primato virtuale non durò per molto in quanto altri progetti vennero sviluppati per grattacieli molto più alti (es. Burj Khalifa).

Inoltre,

Il 20 aprile 2008 Ground Zero è stato teatro della prima visita di papa Benedetto XVI negli Stati Uniti d'America, che dinanzi alle autorità e a numerosi familiari delle vittime degli attentati, ha pregato ed ha acceso un lume di candela al centro della piazza in memoria delle vittime.

Una fotografia di Ground Zero nell'ottobre del 2006

L'11 settembre 2011, in occasione del decimo anniversario degli attentati dell'11 settembre, è stato inaugurato il National September 11 Memorial & Museum con una cerimonia cui erano presenti, oltre ai familiari delle vittime, il sindaco di allora Michael Bloomberg, Rudolph Giuliani, sindaco della città di New York all'epoca degli attentati, Barack Obama, attuale presidente, e George W. Bush, presidente all'epoca degli attentati.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]