Grindylow

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il grindylow è una creatura del folklore anglosassone, originaria della contea dello Yorkshire.

Si tratta di una versione locale dell'uomo nero, usata soprattutto per tenere lontano i bambini da specchi d'acqua o paludi potenzialmente pericolose. Il grindylow è infatti rappresentato come una creatura acquatica color fango, con grandi occhi gialli e lunghi tentacoli, con i quali afferra gli sventurati che si avventurano troppo vicino alle pozze d'acqua dove vive.

Una leggenda affine, originaria della vicina regione del Lancashire, è quella di Jenny Dentiverdi.

Lo scrittore di fantasy China Miéville ha descritto, nei romanzi ambientati nel mondo immaginario del Bas-Lag, una versione particolarmente potente e crudele di questi esseri[1]. Creature con lo stesso nome sono presenti anche nella saga di Harry Potter[2], anche se in italiano il loro nome è stato tradotto con avvincini[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ China Miéville, La città delle navi, traduzione di Elisa Villa, Immaginario Solaria, Roma, Fanucci, 2004. ISBN 978-88-347-1039-5.
  2. ^ David Colbert, The Magical Worlds of Harry Potter, p 111, ISBN 0-9708442-0-4
  3. ^ J. K. Rowling, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, traduzione di Beatrice Masini, Salani, 2000, pp. 366. ISBN 88-7782-852-8.
mitologia Portale Mitologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia