Gliese 180 b

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gliese 180 b
Stella madreGliese 180
Scoperta2014
ScopritoreMikko Tuomi et al.
ClassificazioneSuper Terra
Distanza dal Sole38,13 anni luce
Parametri orbitali
Semiasse maggiore0,103 AU
Periodo orbitale17,38 giorni
Eccentricità0,11
Dati fisici
Raggio medio1,89 R?
Massa
8,3 M
Flusso stellare1,23
Temperatura
superficiale
268 K (media)

Gliese 180 b o GJ 180 b è un pianeta extrasolare distante 38 anni luce dalla Terra e orbitante intorno alla stella Gliese 180. Di tale sistema fa parte anche Gliese 180 c, scoperto anch'esso con il metodo della velocità radiale nel 2014.[1][2]

Caratteristiche e abitabilità[modifica | modifica wikitesto]

L'orbita del pianeta si trova all'interno della zona abitabile di Gliese 180. Il periodo orbitale è di soli 17,4 giorni, la sua massa minima è 8,3 volte quella della Terra, mentre il raggio nel caso si trattasse di un pianeta roccioso, potrebbe essere 1,9 volte quello terrestre, quindi sarebbe, in questo caso, catalogabile come una super Terra.

È stato stimato che la sua somiglianza con la Terra è del 75%, la sua temperatura di equilibrio è di 268 K, 15 K in più della temperatura di equilibrio terrestre, che non tiene conto dell'effetto serra causato dall'atmosfera. Nel caso di Gliese 180 b, data la maggior massa rispetto a quella della Terra, l'effetto serra potrebbe essere più consistente e la temperatura notevolmente maggiore.[3]

Mikko Tuomi, che con il suo gruppo ha scoperto il pianeta misurando le variazioni della velocità radiale della stella, è tuttavia meno ottimista sulla possibile abitabilità del pianeta rispetto al Planetary Habitability Laboratory (PHL) dell'Università di Porto Rico ad Arecibo e spiega così il motivo per cui lui e il suo team non considerano Gliese 180 b all'interno della zona abitabile:

«Il PHL aggiunge una sorta di "zona abitabile estesa", che io, francamente, non so come sia calcolata, ma aggiunge alcune aree di potenziale abitabilità ai bordi interni ed esterni della zona abitabile così come l'abbiamo definita. Loro hanno incluso il pianeta interno del sistema GJ 180 (pianeta b) che noi consideriamo troppo caldo per essere potenzialmente abitabile»

(Mikko Tuomi[4])

Note[modifica | modifica wikitesto]

Astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica