Giuseppe da Varano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giuseppe da Varano (Camerino, 1639Ferrara, 15 marzo 1699) è stato un poeta italiano.

Stemma dei Varano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio di Carlo da Varano, della nobile famiglia dei Varano e della marchesa Lucrezia Fiaschi di Ferrara.

Grazie al matrimonio con la gentildonna mantovana Osanna Andreasi, entrò nella politica ducale del duca di Mantova Ferdinando Carlo Gonzaga, che lo accolse a corte nominandolo maggiordomo maggiore e ministro dello stato nel governo del predecesore Carlo Maria Vialardi di Villanova [1], tra i suoi successi da ministro viene fatto merito di aver riconciliato i rapporti tra il Duca di Mantova e Vincenzo Gonzaga (duca di Guastalla)[2]. Nel 1693 venne nominato Gran Cancelliere, la quale questa carica era la più influente nella politica del Ducato di Mantova, assumendo la responsabilità di presiedere il Governo nominato dal duca e diretto dal Gran Cancelliere Giuseppe Varano. Ma nel 1694 dopo aver consigliato al duca di abbracciare la causa Francese nei preparativi nella guerra contro gli Imperiali e gli Spagnoli, nacquero gelosie ed incomprensioni che vennero segnalate dalle corti di Madrid e di Vienna. Per questi motivi il duca di Mantova dovette chiedere le sue dimissioni dal governo ducale, dove secondo le corti di Madrid e di Vienna spingeva verso una politica filo Francese, e questo irritò gli imperiali, dove gli succedette prontamente alla guida del governo Carlo Maria Vialardi di Villanova. oltre alle dimissioni di Giuseppe da Varano il Duca Ferdinando Carlo dovette privarsi anche del figlio del Gran Cancelliere Ercole, militare dell'esercito gonzaghesco. Si ritirò a Ferrara, dove si dedicò alle lettere e alla poesia, pubblicando a Bologna nel 1698 il volume Divertimenti poetici.

Morì a Ferrara nel 1699.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine militare del Sangue di Gesù Cristo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine militare del Sangue di Gesù Cristo
— Mantova, 1670

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Giuseppe ed Osanna ebbero tre figli:

  • Camilla Lucrezia
  • Ercole (?-1713), colonnello del reggimento Ducale al servizio del Duca di Mantova, nel 1694 in seguito alle dimissioni del padre da Gran Cancelliere dovette anche lui dimettersi dal grado di Colonnello
  • Alessandro (1668-1735), vescovo di Macerata

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Gran Cancelliere del Ducato di Mantova Successore
Carlo Maria Vialardi di Villanova 1693 - 1694 Carlo Maria Vialardi di Villanova (secondo mandato)