Giuditta Podestà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giuditta Podestà (Milano, 6 febbraio 1921Genova, 25 ottobre 2005) è stata una saggista e critico letterario italiana, nipote di Carlo Emilio Gadda[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si laurea all'Università di Genova, nel 1942 in Lettere Classiche, con una tesi su: "Le satire lucianesche di Teodoro Prodromo", con Quintino Cataudella, e nel 1943 in Filosofia, con Michele Federico Sciacca e una tesi su "L'Action di Maurice Blondel". Nel 1955 consegue la laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università Bocconi di Milano con Giovanni Vittorio Amoretti e una tesi dal titolo "Bildung und Werden bei Franz Kafka".

Ha insegnato Letteratura comparata in varie Università europee: in Germania, Spagna, Inghilterra, Irlanda e negli Stati Uniti d'America; ha anche diretto e fondato Istituti di Italianistica in varie sedi europee.

Giuditta Podestà si è dedicata allo studio e alla divulgazione della Letteratura comparata, attraverso l'insegnamento, i convegni nazionali e internazionali, e la pubblicazione di saggi, mettendo in luce il peso che questa disciplina potrà avere sul processo politico e culturale dell'Europa Unita nonché sull'elaborazione della Costituzione Europea ai fini della definizione delle radici comuni fra i popoli europei.

Nel 1983 ha fondato il Centro Internazionale di Studi Lombardi (CEISLO), ospitato nell'ex Convento di Santa Maria la Vite a Olginate.[2] Da questo stesso anno al 2003, la studiosa ha tenuto, nell'ampia Sala della conchiglia, venti convegni, a cui hanno partecipato studiosi e docenti universitari europei ed extra europei, tutti sulla Letteratura comparata come dinamica di una cultura di pace e come fattore di tollerante convivenza.

Nel 2006, a un anno dalla sua morte, il Ceislo viene sciolto e al suo posto il fratello gemello Giuseppe, fonda, assieme a studiosi italiani e tedeschi, l'Associazione Santa Maria la Vite. Giuditta Podestà, con lo scopo di ricordare la professoressa e di continuare le iniziative culturali che nei locali dell'ex convento di Santa Maria La Vite avevano avuto il loro centro.

Nel 2011, l'Associazione, in collaborazione con l'Associazione culturale "Il Melabò", pubblica con Franco Angeli,(a cura di Giuseppe Leone), "L'ottimismo della conchiglia. Il pensiero e l'opera di Giuditta Podestà fra comparatismo e europeismo", un volume che raccoglie i saggi di autori, perlopiù amici e colleghi di Giuditta Podestà, che in vario modo e con competenze disciplinari diverse, restituiscono nella sua integrità l'immagine di un'intellettuale che riscopre nella letteratura comparata argomenti e strumenti tesi a favorire l'avvicinamento e l'integrazione fra i popoli in questo processo di globalizzazione che il nostro mondo attuale sta vivendo.

L'anno successivo, il 13 ottobre, ancora in collaborazione con "Il Melabò", l'associazione ha organizzato, nell'ex convento Santa Maria la Vite, un convegno dal titolo "Europeanda" e sottotitolo: Una cooperazione fra popoli nel segno della letteratura e della coscienza come premessa essenziale per marciare sicuri verso l’Europa Unita. Una traccia che si ispirava alle concezioni e agli studi di Giuditta Podestà, sempre orientati in proiezione europeistica.

Il 29 aprile 2017, in collaborazione con la federazione delle associazioni culturali italo-tedesche in Germania, l'associazione Santa Maria la Vite - Giuditta Podestà ha realizzato un convegno dal titolo "60 anni dei Trattati di Roma. Fine o rinascita dell'Unione Europea?", svolto nella Sala della conchiglia dell'ex convento di Olginate, al quale hanno partecipato studiosi tedeschi e italiani. Un convegno sull'attuale stato di salute dell'Unione Europea nel momento in cui l'Inghilterra se ne esce e altri stati minacciano la costruzione di muri.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Franz Kafka e i suoi fantasmi nell'itinerario senza meta, Libreria Universitaria, Ed. Pacetti, Genova 1956.
  • Kafka e Pirandello, su Humanitas, XI, 1956, pp. 230–244.
  • I viaggiatori stranieri e l'Italia, Gastaldi Editore, Milano, 1963.
  • Letteratura Comparata – Saggi, Di Stefano Editore, Genova 1966.
  • L'oriente dimensione dell'anima romantica, Di Stefano Editore, Genova, 1966.
  • Tre lettere inedite di Carlo Emilio Gadda alla cugina Luisa, in Lettere Italiane, XXX, 1978.
  • L'avventura del realismo in Italia, Mondini e Siccardi, Genova, 1982.
  • Antropologia e umanesimo, Morcelliana, Brescia, 1987.
  • Giuseppe Gadda, emblematica figura nei difficili esordi dell'unità d'Italia, Genova, 1988.
  • Europei allo specchio per una cultura di pace Morcelliana, Brescia, 1989.
  • Le chiavi dello scrigno, Ceislo, Lecco, 1990.
  • Carlo Emilio Gadda e la Liguria, Accademia Ligure di Scienze e Lettere, Genova 1997
  • Il patriota Giuseppe Gadda : emblematica figura di padre fondatore, CE.I.S.L.O, Olginate. 1997
  • La costituzione europea : riflessioni e problematica, 2. Tavola rotonda e gemellaggio culturale italo-tedesco, 20,21,22 ottobre, Accademia ligure di scienza e lettere, Palazzo Ducale, SICC, Genova, 2004.
  • Arturo Farinelli e il comparatismo letterario in "L'ottimismo della conchiglia. Il pensiero e l'opera di Giuditta Podestà fra comparatismo e europeismo",(a cura di Giuseppe Leone), Franco Angeli Editore, Milano, 2011.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • A. F. Bellezza, "Giuditta Paola Podestà Gadda (Milano 1921 - Genova 2005)", in Sileno, Estratto Anno XXXII, 1/2/2006, Polis Expresse.
  • L. Cattanei, Giuditta Podestà, «Atti dell'Accademia Ligure di Scienze e Lettere», s. VI, IX, 2006, pp. 58–60.
  • J. Fallon, In memoria della Prof.ssa Giuditta Podestà, «Atti dell'Accademia Ligure di Scienze e Lettere», s. VI, IX, 2006, p. 60.
  • G. Rizzo, Comparative Literature, vol. 17, No 2, University of Oregon, (Spring. 1965), pp. 171–173.
  • D. Rügge, H. Rügge, R. Hintze, J. Huntemann Hintze, In memoria della Prof.ssa Giuditta Podestà, «Atti dell'Accademia Ligure di Scienze e Lettere», s. VI, IX, 2006, p. 61.
  • P. Ruminelli, Profilo di Giuditta Podestà, in Cultura per la pace. Estratti dagli Atti del Centro Internazionale di Studi Lombardi S. Maria la Vite - Olginate. Fondatrice e Presidente Professoressa Giuditta Podestà, s.a. (ma 2006), s.l. (ma Genova), p. 3.
  • Giuseppe Leone (a cura di), "L'ottimismo della conchiglia. Il pensiero e l'opera di Giuditta Podestà fra comparatismo e europeismo", Franco Angeli, Milano 2011.
  • Domenico Defelice, [rec. al vol.] "L'ottimismo della conchiglia. Il pensiero e l'opera di Giuditta Podestà fra comparatismo e europeismo" (a cura di Giuseppe Leone), Ed. Franco Angeli,in Pomezia-Notizie,Roma, luglio 2011, pp. 37–38.
  • AA.VV. Europeanda. Una cooperazione fra popoli nel segno della letteratura e della coscienza come premessa essenziale per marciare sicuri verso L’Europa Unita, "Atti del Convegno a cura di Giuseppe Leone", Santa Maria la Vite - Olginate 13 ottobre 2012, www.smarialavite.org
  • AA.VV, (a cura di Jutta Huntemann-Hintze e Dieter Rügge) "Giuditta e Giuseppe Podestà. Ricordi personali - persönliche Erinnerungen", Ed. Associazione Santa Maria la Vite. Giuditta Podestà. Olginate, luglio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN170664831 · BNF: (FRcb165681051 (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie