Giovanni di Licopoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
San Giovanni di Licopoli

Anacoreta

 
NascitaLicopoli, 305
Morte395 circa
Venerato daChiesa cattolica
Ricorrenza17 ottobre

Giovanni di Licopoli (Licopoli, 305395) è stato un religioso egiziano. È anche conosciuto come Giovanni d'Egitto, Giovanni della Tebaide, Giovanni Anacoreta, Giovanni Eremita e il Profeta della Tebaide.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato agli inizi del IV secolo, era un carpentiere di Licopoli (Medio Egitto). A 25 anni prese i voti monastici e visse per quindici anni nei diversi monasteri egiziani. Poi giunse nella Tebaide e divenne un eremita su una montagna. Visse la maggior parte della sua vita in una piccola cella murata. Si dedicò alla preghiera, alla meditazione e all'insegnamento. La sua fama di sapienza e di santità lo fece essere scelto come consigliere dell'imperatore Teodosio.[senza fonte]

Secondo la tradizione agiografica, aveva il dono della profezia, della guarigione e della conoscenza dei peccati nascosti dei suoi visitatori. Venne detto "il veggente" o "il profeta della Tebaide"[1]. Era conosciuto e ammirato da san Girolamo, Agostino di Ippona, san Cassiano e san Palladio.

Culto[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il Martirologio Romano il giorno dedicato al santo è il 17 ottobre.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sulpicio Severo, Lettere e dialoghi, p. 156