Giovanni Battista Bibolini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Battista Bibolini
Giovanni Battista Bibolini.gif

Senatore del Regno d'Italia
Legislature XXX
Incarichi parlamentari
  • Membro della Commissione dei lavori pubblici e delle comunicazioni

Deputato del Regno d'Italia
Legislature XXVIII, XXIX,

Consigliere nazionale del Regno d'Italia
Legislature XXX
Gruppo
parlamentare
Corporazione di Mare e aria

Dati generali
Partito politico PNF
Titolo di studio Laurea in ingegneria navale e meccanica
Professione Industriale

Giovanni Battista Bibolini (Lerici, 12 settembre 1875Lerici, 18 settembre 1955) è stato un imprenditore, armatore e dirigente sportivo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Pietro e Maria Niccolini, nasce a Lerici nel 1875, in Provincia della Spezia. Alla Regia Scuola Superiore Navale di Genova studia Ingegneria navale e meccanica laureandosi nel 1898 a pieni voti all'età di ventidue anni.

Inventa un metodo per rigenerare l'olio esausto, mette a punto il relativo macchinario e ne cede il brevetto alla ditta francese Folzer. Con i capitali così ottenuti finanzia la costruzione, nel Cantiere navale del Muggiano (La Spezia), delle prime navi di una sua flotta commerciale, la “Bibolini ing. Giobatta”. Per portare lavoro nella propria terra sceglie di preferenza gli equipaggi tra i suoi concittadini e profonde donazioni e capitali per la creazione di varie assistenze pubbliche per i marittimi locali.

Nel 1926 acquista la Villa Marigola nella località di San Terenzo e ne fa restaurare edificio e giardino dall'architetto Franco Oliva. Nel 1929 è eletto deputato alla Camera per il PNF e confermato nel 1934. Nel 1939 è consigliere nazionale della Camera dei Fasci e delle Corporazioni [1]. Viene nominato senatore nel 1943.

Istituisce la Coppa Byron come gara internazionale di nuoto e regate veliche tra Lerici e la Costa Azzurra.

Viene anche ricordato per essere stato il presidente dello Spezia Calcio dal 1938 al 1942.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Un capitano d'industria: Giovanni Battista Bibolini, Genova, Tip. Bi-Esse, 1960
  • Dalla Regia Scuola Superiore Navale alla Facolta' di Ingegneria 1870-1935, Tonizzi-Marcenaro (a cura di), Genova, 1997

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie