Giovanni Battista Baiardo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovan Battista Baiardo (Genova, ... – Milano, Genova 1657) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Le prime notizie biografiche del pittore ci sono giunte nel Seicento da Soprani e, poi, da Ratti, il quale elenca le imprese pittoriche principali e ne ricorda la morte, avvenuta a Genova a causa della grande peste del 1657. La sua attività, della quale ci restano poche testimonianze, è tutta da ascrivere al quarto e quinto decennio del Seicento[1].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Resurrezione, chiesa di Santo Stefano, Genova
  • Invenzione della Croce, altare maggiore della chiesa di Santa Croce e San Camillo in Portoria di Genova
  • Madonna con il Bambino fra san Giovanni Battista, san Pantaleone e il Gran Maestro dell’Ordine di Rodi, Pierre d’Aubusson (1653 o 1655), Genova, cattedrale di San Lorenzo
  • Martirio di san Biagio (1640), chiesa di Santo Stefano, Lumarzo, Pannesi.
  • Lapidazione di santo Stefano (1642), laboratorio di restauro della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio della Liguria
  • Santa Chiara che intercede per la liberazione dai saraceni (1649), Chiesa delle Clarisse Cappuccine di Genova

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paola Traversone, Giovanni Battista Baiardo, Resurrezione, in Restituzioni 2016

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 'F.P. Oliveri, Baiardo, Giovanni Battista, in Dizionario biografico dei Liguri. Dalle origini al 1990, a cura di W. Piastra, Genova, p. 324.
  • Paola Traversone, Giovanni Battista Baiardo, Resurrezione, in Restituzioni 2016, Marsilio, Milano, 2016

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN222807019 · ULAN: (EN500032029