Giornata internazionale della danza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giornata internazionale della danza
Degas- La classe de danse 1874.jpg
La danza da un dipinto di Edgar Degas
Data29 aprile
Periodoannuale
Celebrata inInternazionale
Oggetto della ricorrenzaGiorno del compleanno del creatore del balletto moderno, Jean-Georges Noverre
Altri nomiJournée internationale de la danse

Il 29 aprile è festeggiata la Giornata Internazionale della Danza promossa dall'International Dance Council dell'UNESCO. Una giornata di festa che accomuna tutti i paesi del mondo.

La commemorazione è istituita nel 1982 per il Comitato Internazionale della Danza – C.I.D. dell'Istituto Internazionale del Teatro (ITI-UNESCO). La data commemora la nascita di Jean-Georges Noverre (1727-1810), che fu il più grande coreografo della sua epoca, il creatore del balletto moderno. Nel 2013 si è celebrato il quarantesimo anniversario del C.I.D.

Messaggi ufficiali per la Giornata Internazionale della Danza[modifica | modifica wikitesto]

2011[modifica | modifica wikitesto]

«Per la maggior parte della storia dell’umanità si e sempre danzato all’aperto per ore ed ore, in radure, piazze, sagrati o all’interno di aie, fino ad arrivare al giorno d’oggi con sale da ballo, club, teatri, scuole, auditorium o discoteche. Quest’anno proponiamo di fare un passo verso la natura celebrando la Giornata Mondiale della Danza in luoghi aperti: strade, piazze, parchi, stadi, spiagge, parcheggi, qualsiasi spazio aperto… ovunque purché ci sia il cielo come tetto. La voglia di ballare è un impulso naturale e a modo loro i ballerini onorano la natura: lasciando che l’energia cosmica scorra dentro i loro corpi si mettono in contatto con l’Universo. Nel corso dell’anno insegniamo danza, facciamo prove e ci esibiamo tra quattro mura. In questa giornata speciale dedicata alla danza, facciamo la differenza esibendoci o insegnando a chiunque, anche al freddo o sotto la pioggia, su un terreno sconnesso o con il vento che ci ruba la musica! La bellezza di questi movimenti e la gioia dipinta sui nostri visi rallegreranno i cuori dei passanti radunati intorno a noi in curiosa spontaneità.»

(Prof. Alkis Raftis - Presidente del Consiglio Internazionale di Danza CID UNESCO Parigi)

2019[modifica | modifica wikitesto]

«Quando danzano, le persone a volte trascendono nel regno del soprannaturale; musica e movimento combinati fondono corpo e mente, elevandoli a uno stato di grazia. Questa esperienza estatica libera e si estende più a fondo nella dimensione interiore di ognuno, unendo la persona con l'universo. Quando creano, i coreografi riescono a volte a produrre nello spettatore una connessione con il sacro, l'esoterico, il superbamente ignoto. Oltre alla ricreazione e all'arte, la danza diventa il veicolo di una coscienza elevata, di una ricerca del significato ultimo. Tale coreografia conduce oltre l'osservabile, l'esperito e il conosciuto. Le Deliadi: ninfe danzanti sull'isola di Delos nell'antica Grecia. Le Devadasi: ancelle di tempio che tramandavano le tradizioni classiche Bharatanatyam e Odissi in India. I Sufi Dervisci: seguaci del poeta persiano Rumi, con la loro danza vorticosa. Preti aztechi "cantavano con i piedi" nel Messico preispanico. La spiritualità è sempre stata presente nella danza. Assistiamo attualmente alla rapida proliferazione della danza liturgica, specialmente nelle Americhe. La danza ritorna come pratica di culto, forma materiale di preghiera, espressione di devozione a Dio. Migliaia di ministri-coreografi sono formati e stabiliscono le proprie congregazioni. In alcuni luoghi i ministeri di danza sono più numerosi delle scuole di danza convenzionali. Il tema che proponiamo per la Giornata Internazionale della Danza è “Danza e Spiritualità”.»

(Prof. Alkis Raftis Presidente del Consiglio Internazionale della Danza CID UNESCO Parigi)

Dal 2011, la città di Rho porta in scena un evento ufficiale dedicato alla Giornata Internazionale della Danza: RHO DANZA. L'evento ha lo scopo di rivalutare il teatro cittadino e di promuovere la cultura della danza. L'evento ha ingresso gratuito per tutti. Dall'edizione 2012 (28 e 29 aprile 2012) l'evento è patrocinato dall'Assessorato alla Cultura di Rho. La 9ª edizione dell'evento "Euro Danza" si è tenuta all'Idroscalo di Milano il 12 maggio 2019.[1]

A causa della pandemia da Covid-19, gran parte degli eventi del 29 aprile 2021 si svolgerà online. La Scala di Milano, ad esempio, sarà in streaming con una lezione completa del corpo di ballo, che avverrà sul palcoscenico del teatro, proprio in occasione della celebrazione. Nella stessa giornata, uscirà METAMORPHOSIS, una coreografia registrata di Dawson per il Dutch National Ballet. La creazione è stata prodotta interamente attraverso la piattaforma online Zoom, per rappresentare, secondo le parole di Dawson “la speranza e l’umanità”. Moltissimi, dunque, saranno gli eventi che si terranno, per dare un messaggio di rinascita dopo un lunghissimo anno di oscurità per il mondo dell’arte e del teatro.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ EuroDanza 9ª edizione
  2. ^ Giornata internazionale della danza: gli eventi, su thesocialpost.it, 28 aprile 2021. URL consultato il 28 aprile 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]