Gill Sans

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gill Sans
GillSansEG.svg
Stile Sans-serif
Data di creazione 1926
Disegnatore Eric Gill
Produttore Monotype
Esempio
Gill Sans sample.svg

Gill Sans è un carattere senza grazie di tipo humanist progettato da Eric Gill.

Il disegno originale apparve per la prima volta nel 1926, quando Douglas Cleverdon aprì la sua libreria nella città di Bristol, in cui Eric Gill dipinse un'insegna al di sopra della vetrina in caratteri sans-serif che in seguito sarebbero stati conosciuti come Gill Sans.[1] Inoltre Gill delineò un design per l'editore e libraio Douglas Cleverdon[2], inteso come guida a Cleverdon per la creazione di futuri annunci e comunicati.

È molto utilizzato da Mediaset[3], da Benetton Group nelle sue insegne e a partire dal 1998 è anche la base di buona parte dei loghi e delle grafiche della BBC.

A partire dagli anni settanta fu utilizzato anche per i segnali stradali della Repubblica Democratica Tedesca.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Douglas Cleverdon Book Publishers
  2. ^ Eric Gill & The Cockerel Press, su itcfonts.com. URL consultato il 31 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 29 luglio 2012).
  3. ^ Documentazione di Mediaset ES (PDF), su mediaset.es. URL consultato il 15 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2014).
  4. ^ (EN) Traffic Sign Typefaces: East Germany, su opentype.info.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sebastian Carter, Twentieth Century Type Designers, W.W. Norton 1995, ISBN 0-393-70199-9.
  • Jaspert & Berry Johnson, Encyclopedia of Type Faces, Cassell & Co 2001, ISBN 1-84188-139-2.
  • Nicolaus Ott, Fredrich Friedl e Bernard Stein, Typography and Encyclopedic Survey of Type Design and Techniques Throughout History, Black Dog & Leventhal Publishers. 1998, ISBN 1-57912-023-7.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Hidden Gems: Gill Sans, su monotypefonts.com (archiviato dall'url originale il 13 agosto 2007).
  • (EN) Gill Sans Pro, su monotypefonts.com. URL consultato il 31 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 17 maggio 2008).
  • (EN) GillSans Arabic, su 29letters.com. URL consultato il 31 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 15 dicembre 2018).
  • (EN) Gill Kayo Condensed, su fonts.com.