Giacomo De Gregorio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Marchese Giacomo De Gregorio (Palermo, 1º giugno 1856Palermo, 6 luglio 1936) è stato un glottologo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Professore di dialettologia siciliana e storia comparata delle lingue classiche e neolatine all'Università di Palermo,[1] dedicò studi e saggi alla linguistica, alla linguistica sud africana, a quella romanza e alla letteratura antica siciliana.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Cenni di glottologia bantu, 1882 [2]
  • Saggio di fonetica siciliana, 1890
  • Il libro dei vizi e delle virtù, testo siciliano inedito del sec. XIV, 1893
  • Per lo storia comparata delle letterature neolatine Clausen, Palermo 1893
  • Glottologia, 1896
  • Sopra una forma d'infinito attivo nelle lingue classiche, 1896.
  • Sulla varia origine dei daialetti gallo-italici di Sicilia, con osservazione sui pedemontani e gli emiliani, in Archivio Storico Siciliano, XXII, 1897
  • Ultima parola sulla varia origine del Sanfratellano, Nicosiano e Piazzese. in Romania. XVIII, 1899
  • Ancora sulle cosiddette Colonie lombarde – Replica a Luigi Vasi, in Archivio Storico Siciliano, XXV, 1900

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AA.VV, Scienza e tecnica, Volumi 1-2, Società italiana per il progresso delle scienze, 1937, p. 57
  2. ^ Carlo Tagliavini, Introduzione alla glottologia, Pàtron, 1963, p. 359.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN76335665 · ISNI (EN0000 0003 7008 7693 · SBN IT\ICCU\CFIV\014060 · LCCN (ENn82163607 · BNF (FRcb120533183 (data) · BAV (EN495/94762 · WorldCat Identities (ENlccn-n82163607
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie