Gerrit Adriaenszoon Berckheyde

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gerrit Adriaenszoon Berckheyde (Haarlem, 16381698) è stato un pittore olandese.

Dam square ad Amsterdam, 1668. Olio su tela. 70 × 110 cm. Anversa, Koninklijk Museum voor Schone Kunsten

Fratello di Job Adriaenszoon Berckheyde, fu con van der Heyden il più noto pittore di architetture, autore di vedute di Amsterdam e Haarlem.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu allievo di Frans Hals e del fratello Job, cui dovette la sua formazione di pittore topografo. I due fratelli compirono insieme un viaggio in Germania, andando ad operare alla corte del principe palatino a Heidelberg. Gerrit non è meno preciso ed esatto del fratello, ma la sua tavolozza è più sfumata e la sua luce più fredda. L'armonia dei suoi grigi e dei suoi bruni possiede un bel rigore, talvolta con curiose tonalità malva e riesce quasi a far dimenticare la monotonia delle descrizioni topografiche troppo precise.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ernst Gombrich, Dizionario della Pittura e dei Pittori, Einaudi Editore, 1997

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Gerrit Adriaenszoon Berckheyde, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 25-8-2013.
Controllo di autorità VIAF: (EN2742667 · LCCN: (ENn92076254 · ISNI: (EN0000 0000 8082 5782 · GND: (DE128406585 · BNF: (FRcb14969486b (data) · ULAN: (EN500021923 · CERL: cnp01343042
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie