Georges Lakhovsky

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le pratiche descritte non sono accettate dalla medicina, non sono state sottoposte a verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico o non le hanno superate. Potrebbero pertanto essere inefficaci o dannose per la salute. Le informazioni hanno solo fine illustrativo. Wikipedia non dà consigli medici: leggi le avvertenze.

Georges Lakhovsky (Minsk, 17 settembre ...1869 – New York, 1942) è stato un ingegnere, inventore e pseudoscienziato russo[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Illustrazioni tratte dal libro La formation néoplasique et le déséquilibre oscillatoire cellulaire

Georges Lakhovsky acquisì una certa notorietà per alcune controverse teorie nel campo della fisiologia, in base alle quali costruì e brevettò in Francia degli apparecchi basati su circuiti elettrici oscillanti, destinati all’applicazione in campo medico: nessuno degli effetti terapeutici dichiarati degli apparecchi di Lakhovsky è mai stato confermato scientificamente, e le teorie di Lakhovsky sono oggi considerate pseudoscienza.[2][3]

Lakhovsky nacque a Ilya, nella Regione di Minsk, nell'allora Impero Russo. Studiò ingegneria a Odessa, e nel 1894 si trasferì a Parigi, dove studiò fisica, divenendo cittadino francese[4]. Nel 1924 entrò[con che qualifica?] all'ospedale Salpetrière di Parigi, ove utilizzò i suoi circuiti e altre strumentazioni da lui create, per la cura dei tumori.

Sin dai primi del ‘900, Lakhovsky sosteneva la tesi dell'oscillazione cellulare, ossia che è proprio dalla vibrazione della cellula e dal suo buon funzionamento che si denota la buona salute del fisico umano: nel caso in cui una cellula, nata con una certa frequenza vibratoria, sia esposta ad un campo energetico vibrazionale differente dal suo, per la legge di risonanza, essa tenderebbe ad acquisire questo nuovo assetto vibratorio che a lungo andare la stresserebbe fino a produrre la malattia. Descrisse le sue teorie nel libro del 1925 L'origine de la vie, la radiation et les êtres vivants,[5] pubblicato in italiano nel 1938 (Il segreto della vita: le onde cosmiche e la radiazione vitale).[6]

Negli anni '30 Lakhovsky collaborò anche con alcuni ospedali italiani, a Roma e in Sardegna. Georges Lakhovsky non fu risparmiato da alcuni detrattori che lo tacciarono di "vendere illusioni" tra i malati di tumore.

Morì nel 1942 a seguito dell'investimento da parte di una limousine.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ James Ritchie, The Secret of Life, in Nature, vol. 146, n. 3704, ottobre 1940, p. 538, Bibcode:1940Natur.146..538R, DOI:10.1038/146538a0.
  2. ^ (FR) Henri Brugère, Ondes et croyances paranormales, in Science et pseudo-sciences, n. 285, aprile-giugno 2009.
  3. ^ (FR) Henri Brugère, La géobiologie, une pseudo-science en expansion, in Science et pseudo-sciences, n. 277, maggio 2007.
  4. ^ Kevin Farrell, Hyperthermia for Malignant Disease — A History of Medicine Note — the Work of Georges Lakhovsky, in Hyperthermia, Advances in Experimental Medicine and Biology, vol. 157, 1982, pp. 9–10, DOI:10.1007/978-1-4684-4388-2_2, ISBN 978-1-4684-4390-5, PMID 6760702.
  5. ^ (FR) Georges Lakhovsky, L'origine de la vie. La radiation et les êtres vivants ..., Éditions Nilsson, 1925, OCLC 17414066. URL consultato il 12 giugno 2021.
  6. ^ Georges Lakhovsky, Il segreto della vita: (le onde cosmiche e la radiazione vitale), Bocca, 1938, OCLC 797739515. URL consultato il 12 giugno 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN131246 · ISNI (EN0000 0001 1019 7677 · LCCN (ENn87124921 · GND (DE1050478118 · BNF (FRcb12617789w (data) · NLA (EN35186697 · BAV (EN495/197002 · CERL cnp02101297 · WorldCat Identities (ENlccn-n87124921