Gelività

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La gelività (o gelivazione) è l'attitudine di un corpo a rompersi a seguito di sollecitazioni dovute ai cicli gelo/disgelo. Viene usato generalmente riferito a materiali lapidei in edilizia oppure a rocce e terreni[1]. Il caso tipico riguarda la situazione in cui l'acqua, gelando (a temperature uguali o inferiori allo zero), diventa ghiaccio, aumenta di volume e pertanto i materiali porosi, se imbibiti di acqua, si crepano o frammentano. È quindi strettamente correlata, ma non proporzionalmente, con il coefficiente di imbibizione dei materiali considerati,[2] cioè alla loro maggiore o minore capacità di imbibirsi di acqua.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gelivita nell'Enciclopedia Treccani
  2. ^ coefficiente di imbibizione, su disclic.unige.it, Centro di Ricerca in Terminologia Multilingue (Università di Genova). URL consultato il 12 settembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Fisica Portale Fisica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fisica