Gaio Giulio Azizo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gaio Giulio Azizo
Re-sacerdote di Emesa
In carica 42-54
Predecessore Sampsiceramo II
Successore Gaio Giulio Soaemo
Morte 54
Dinastia famiglia reale di Emesa
Padre Sampsiceramo II
Madre Iotapa di Commagene
Figli nessuno

Gaio Giulio Azizo (latino: Gaius Iulius Azizus; ... – 54) fu un membro della famiglia reale di Emesa, re-sacerdote di Emesa dal 42 alla sua morte.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Azizo era figlio del re-sacerdote Sampsiceramo II di Emesa e di sua moglie, Iotapa di Commagene; aveva un fratello minore, Gaio Giulio Soaemo, e due sorelle, Iotapa e Giulia Mesa.[1] Succedette al padre quando questi morì, nel 42.

Poco si conosce del regno di Azizo. Si sa che nel 51 circa sposò la principessa erodiana Drusilla, con la condizione di convertirsi al giudaismo e farsi circoncidere; dopo circa un anno Azizo lasciò la moglie, la quale si era innamorata del liberto greco Marco Antonio Felice, procuratore di Giudea, presso il quale Drusilla era fuggita e col quale poi si sposò.[2]

Azizo morì nel 54: gli succedette il fratello Soaemo.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ B. Levick, Julia Domna, Syrian Empress, Taylor & Francis, 2007, p. xx.
  2. ^ Giuseppe Flavio, Antichità giudaiche, XX, 7.1
  3. ^ Michael Dumper, Bruce E. Stanley, Cities of the Middle East and North Africa: a historical encyclopedia, ABL-CLIO, 2006, p. 171, ISBN 978-1-57607-919-5.
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie