Furio Anziate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Furio Anziate (in latino: Furius Antias; Anzio, fl. 100 a.C. circa – ...) è stato un poeta romano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Furio Anziate amico di Quinto Lutazio Catulo[1], che gli dedicò un libro sul suo consolato e sulle sue imprese[2].

Annales[modifica | modifica wikitesto]

Avrebbe narrato in un poema epico, gli Annales, di stampo sicuramente enniano, le guerre cimbriche alla quale Lutazio aveva partecipato[1]. Di lui sono rimasti sei esametri[1] tramandati, tra gli altri, da Aulo Gellio[3], mentre che, comunque, non fosse poeta disprezzabile è attestato da Macrobio, che nei Saturnalia cita alcuni suoi versi che sarebbero serviti da modello a Virgilio[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Fùrio Anziate, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato l'11 settembre 2015.
  2. ^ Cicerone, Brutus, 132.
  3. ^ Aulo Gellio, Noctes Atticae, XVIII, 11.
  4. ^ VI 1, 31 ss.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • W. W. Batstone, The Fragments of Furius Antias, in "The Classical Quarterly", New Series, Vol. 46, No. 2 (1996), pp. 387-402.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN51580565 · ISNI (EN0000 0000 4939 0012 · LCCN (ENnr95021495 · GND (DE10239377X · CERL cnp00284668 · WorldCat Identities (ENnr95-021495