Francesco Giuntini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francesco Giuntini, di Émile Bayard (1837–1891)

Francesco Giuntini (o Junctinis o Junctinus) (Firenze, 15231590) è stato un teologo e astrologo italiano.

Fu uno dei più celebri astrologi della seconda metà del Cinquecento.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Discorso sopra la cometa apparsa nel mese di novembre 1572, 1573

Carmelitano e dottore in teologia, passò la maggior parte della propria vita a Lione. Scrisse un ponderoso trattato in difesa dell'astrologia, contenente il testo greco e la traduzione latina della Tetrabiblos di Claudio Tolomeo con il suo personale commento, una collezione di aforismi astrologici e una sintesi delle teorie e delle tecniche degli astrologi arabi, illustrati da più di quattrocento temi natali.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Germana Ernst, Francesco Giuntini, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 57, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2001.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN56815428 · ISNI (EN0000 0000 8343 8657 · SBN CFIV120251 · BAV 495/132393 · CERL cnp01235486 · LCCN (ENnr99019984 · GND (DE129348368 · BNE (ESXX1315561 (data) · BNF (FRcb14065329q (data) · J9U (ENHE987007293021805171 · WorldCat Identities (ENlccn-nr99019984