Françoise di Brézé

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Françoise di Brézé

Françoise di Brézé, contessa di Maulévrier, baronessa di Mauny e Serignan (151514 ottobre 1577), è stata una nobildonna francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era la figlia di Luigi di Brézé, Gran siniscalco di Normandia, e della sua seconda moglie, Diana di Poitiers (ex favorita di Enrico II).

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, il 19 gennaio 1538 nella cappella del Louvre a Parigi, Robert IV de la Marck, duca di Bouillon, conte di Braine e Maulévrier. Ebbero nove figli:

Alla morte del marito esercitò la reggenza a Sedan, e in attesa che il loro figlio maggiore diventa maggiorenne. Si dimostrò essere una buona amministratrice. Sotto la sua reggenza venne costruita la Rue Neuve Clock, la prima strada asfaltata di Sedan.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Morì il 14 ottobre 1577. Fu sepolta nella tomba di famiglia della sua matrigna, nell'Abbazia di Sant'Evodio[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Biographie portative universelle, Éditions Garnier Frères, 1852

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (FR) Congar Pierre, Lecaillon Jean e Rousseau Jacques, Sedan et le pays sedanais, vingt siècles d’histoire, Éditions F.E.R.N., 1969.
  • (FR) Sartelet Alain, La Principauté de Sedan, Éditions Terres Ardennaises, 1991, p. 11-12, ISBN 2-905339-17-9.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]