Fornasari (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fornasari Cars
Logo
Stato Italia Italia
Tipo Società a responsabilità limitata
Fondazione 1999 a Vicenza
Fondata da Giuseppe Fornasari
Chiusura 2015
Sede principale Montebello Vicentino
Settore Autoveicoli
Sito web www.fornasaricars.com

La Fornasari è stata una casa automobilistica italiana artigianale di lusso fondata a Vicenza nel 1999 da Giuseppe Fornasari che produceva auto sportive e SUV. L'azienda verso la fine del 2005 si è trasferita dalla ubicazione iniziale sita in località Ponte di Debba, alla sede ubicata a Montebello Vicentino. Il 9 settembre 2015 è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Vicenza[1].

Modelli prodotti[modifica | modifica wikitesto]

99[modifica | modifica wikitesto]

La Fornasari 99

La Fornasari 99 era una vettura che mescolava le caratteristiche di una berlina, di un fuoristrada e di una vettura sportiva. Poteva essere equipaggiata o con propulsori Chevrolet V8 con potenze comprese tra i 500 e i 700 cv, o con motori 3.0 V6 Turbo Diesel con potenze a partire dai 250 cv. La velocità massima autolimitata era di 280 km/h, con accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,8 secondi. Il cambio poteva essere manuale o automatico a sei rapporti. La trazione era integrale, mentre il telaio era in configurazione spaceframe realizzato in acciaio al cromo-molibdeno. Gli interni erano realizzati impiegando alluminio e inserti in pelle.

RR600[modifica | modifica wikitesto]

Il modello RR600 era un SUV equipaggiato con un propulsore Chevrolet LS2 6.0 V8 da 600 cv di potenza gestito da un cambio manuale a 6 rapporti. Ciò permetteva un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 4 secondi. La carrozzeria era costruita in fibra di carbonio e kevlar ed il telaio era realizzato in traliccio di tubi di acciaio al cromo-molibdeno.

Racing Buggy[modifica | modifica wikitesto]

Il Fornasari Racing Buggy

Il Racing Buggy deriva dalla RR600. Era dotato di un telaio tubolare con configurazione spaceframe realizzato in acciaio al cromo-molibdeno e di sospensioni a triangoli sovrapposti. Poteva essere equipaggiato con propulsori Chevrolet con potenze comprese tra i 250 e i 750 cv, tutti gestiti da un cambio automatico o manuale a sei rapporti. La velocità era autolimitata a 280 km/h, mentre l'accelerazione da 0 a 100 km/h avveniva in 3,8 secondi.

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

La Gruppo B traeva il nome dal famoso gruppo di autovetture che corsero nel campionato del mondo rally negli anni '80. Era equipaggiata con propulsori di origine Chevrolet che fornivano potenze tre i 500 e i 700 cv. Ogni uno di essi veniva gestito da un cambio manuale o automatico a sei rapporti. Il telaio era di tipo tubolare realizzato in acciaio al cromo-molibdeno. La velocità era autolimitata a 280 km/h, mentre l'accelerazione da 0 a 100 km/h avveniva in 3,8 secondi.

Tender[modifica | modifica wikitesto]

Il Fornasari Tender

Il Tender si poneva come un fuoristrada di lusso con interni realizzati in teak, pelle, alluminio, lana e materiali pregiati. Il telaio era di tipo tubolare realizzato in acciaio al cromo-molibdeno. La trazione era di tipo integrale, mentre il cambio era automatico o manuale a sei rapporti. I propulsori erano sempre di derivazione Chevrolet con potenze comprese tra i 250 e i 750 cv. La velocità era autolimitata a 280 km/h, mentre l'accelerazione da 0 a 100 km/h avveniva in 3,8 secondi.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Portale dei Fallimenti di Vicenza, fallimentivicenza.com. URL consultato il 30 marzo 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili