Fori laterali di Luschka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fori laterali di Luschka
Lateral ventricle.gif
Rappresentazione tridimensionale del sistema ventricolare del cervello umano. Il quarto ventricolo è la massa blu inferiore. I piccoli punti sporgenti sulla sinistra e destra sono le due parti del recesso laterale, che terminano con il forame di Luschka.
Human caudal brainstem posterior view description.JPG
Tronco encefalico umano, vista caudale, i fori laterali sono contrassegnati con il numero 18
Anatomia del Gray(EN) Pagina 798
Nome latinoapertura lateralis ventriculi quarti
Identificatori
TAA14.1.05.718
FMA78473
NeuroNameshier-637

I fori laterali di Luschka (apertura laterale o anche forame di Luschka[1]) sono una struttura pari dell'encefalo umano. Si tratta di una apertura in ciascuna estremità laterale del recesso laterale del quarto ventricolo del cervello umano, che ha anche una singola apertura mediana.

Eponimo[modifica | modifica wikitesto]

La struttura prende il nome dal medico anatomista tedesco Hubert von Luschka

Funzione[modifica | modifica wikitesto]

I forami di Luschka insieme all'apertura mediana, nota come forame di Magendie, forniscono un sistema di drenaggio al liquido cerebrospinale che così fluisca dal sistema ventricolare del cervello nello spazio subaracnoideo, in particolare nella cisterna pontocerebellare.

Significato clinico[modifica | modifica wikitesto]

Il blocco del forame di Luschka a causa di un tumore cerebrale può alterare la circolazione del flusso cerebro spinale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Questo articolo contiene un estratto del testo di dominio pubblico Anatomia del Gray (1918)

  1. ^ la struttura è anche chiamata apertura laterale del quarto ventricolo o foro/forame di Luschka dal nome dell'anatomista Hubert von Luschka

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]