Ferdinando Ruggi d'Aragona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ferdinando Ruggi d'Aragona (Salerno, 13 maggio 1760Napoli, 7 dicembre 1799) è stato un patriota italiano, marchese appartenente alla famiglia Ruggi d'Aragona.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Tenente di vascello della marina borbonica, nel 1799 aderì alla Repubblica Napoletana.

A Salerno, insieme al fratello Antonio, fu attivo nell'istituzione di un governo provvisorio e fu a capo del dipartimento del Sele. Furono entrambi catturati dai monarchici e messi a morte per decapitazione nella piazza del Mercato a Napoli il 7 dicembre 1799. Il suo cadavere fu sepolto nella parrocchia del Carminiello[1][2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Ferdinando Ruggi sull'enciclopedia Treccani