Ferdinand Mannlicher

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ferdinand von Mannlicher fotografato da Carl Pietzner

Ferdinand Mannlicher, dal 1892 Ritter von Mannlicher (Most, 30 gennaio 1848[1]Vienna, 20 gennaio 1904) è stato un inventore austriaco, nato a Most, attuale Repubblica Ceca o a Magonza[2] come da alcune fonti. Fu impiegato alla fabbrica d'armi Steyr, nel 1886 inventò il fucile a ripetizione con caricatore, come lo Steyr-Mannlicher M1895.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Tomba di famiglia a Hinterbrühl

Mannlicher era figlio del k.u.k. Oberfeldkriegskommissär Josef Mannlicher e di Albertine Haacke. L'albero genealogico della famiglia risale al 1525[3] nella zona di Brüx/Boemia, da cinque generazioni Bürgermeister, ufficiali postali, doganieri, militari e consiglieri comunali. Un collegamento con la famiglia di Augusta, Mannlich, non è sicuro.

Mannlicher si trasferì con la famiglia al VIII. Wiener Gemeindebezirk e studiò al ginnasio. Successivamente frequentò la Technischen Hochschule di Vienna. Ottenne un lavoro presso il k.u.k. come ingegnere. Si interessò presto di armi e iniziò poi lo scontro tra prussiani e austriaci nella Battaglia di Sadowa, interessandosi di portare in Austria le tecniche d'armi dei nemici. Su richiesta dell'esercito austriaco di sviluppare un'arma di nuova concezione, Mannlicher, in competizione con altri progettisti, studiò diverse soluzioni.

Dal 1880 Mannlicher progettò diverse armi a carica multipla con caricatori a tubo e più tardi scatolati in lamiera.[1] Dal 1886 il nuovo sistema venne prodotto creando il System Mannlicher, a ripetizione con caricatore multiplo, prodotto dalla Österreichische Waffenfabriksgesellschaft sotto la direzione di Josef Werndl. Il modello Mannlicher Modell 1895 venne utilizzato dalla Gemeinsame Armee. Il 14 dicembre 1892, Mannlicher divenne membro parlamento austriaco e senatore a vita presso del Reichsrates.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Mannlicher sposò il 21 maggio 1892 Cäcilie Martin; il 17 maggio 1893 vennero al mondo Albertine e Cäcilie, gemelle.[4]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Mannlicher ricevette l'Orden der Eisernen Krone, l'Ordine della Corona (Prussia), l'Ordine della Corona d'Italia, la Croce di Ferro e la Legion d'Onore. Esistono vie intitolate come Mannlichergasse a Hinterbrühl/Vienna e Mannlicherstrasse a Steyr.

Dopo una breve malattia morì il 20 gennaio 1904 a Vienna. La tomba è presso il cimitero di Hinterbrühl. La vedova si suicidò il 12 aprile 1934 con una pistola prototipo a gas del marito, lasciando un notevole patrimonio. Il nome Mannlicher rimane nel nome della fabbrica Steyr Mannlicher GmbH & CO.KG, mentre i fucili da caccia sono sviluppati dalla Mannlicher-Schönauer.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Jaroslav Lugs: Handfeuerwaffen. Systematischer Überblick über die Handfeuerwaffen und ihre Geschichte, Band II, Berlin 1956, S. 200.
  2. ^ siehe Literatur ÖBL
  3. ^ Egbert Mannlicher, Stamm-Tafel der Familie Mannlicher aus Brüx in Böhmen, I. Teil 1525 bis 1750
  4. ^ Albertine heiratete später Dr. Maximilian Reichsfreiherrn von und zu Manndorff zu Wissenau und Pfannhofen, der der österreichische Politiker Ferdinand Manndorff entstammt, Cäcilie den Offizier Bruno Rostock.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Jaroslav Lugs: Handfeuerwaffen. Systematischer Überblick über die Handfeuerwaffen und ihre Geschichte, Band II, Berlin 1956.
  • (DE) Joschi Schuy: Das Waffensystem Werndl. Josef Werndl - Erfolg und Dynamik aus Steyr, Linz 1997, ISBN 3-9500718-0-6
  • (DE) Hans Stögmüller: Josef Werndl und die Waffenfabrik in Steyr, 2., erweiterte Auflage 2012, Steyr 2012, ISBN 978-3-85068-860-4

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN40185479 · GND: (DE119305062