Ettore Bernich

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ettore Bernich (Roma, 18501914) è stato un architetto italiano.

È conosciuto soprattutto per la realizzazione dell'Acquario Romano, per la collaborazione alla rivista Napoli nobilissima e per gli studi e i restauri sul romanico pugliese.

Facciata Acquario Romano

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Bernich era di origine svizzera. Dopo essersi formato inizia la realizzazione di residenze nobiliari private a Roma e nel 1885 realizza l'eclettico Acquario Romano, successivamente si sposta a Napoli dove diventa un assiduo collaboratore della rivista Napoli nobilissima promossa da Benedetto Croce.

Villino Elena e Maria a Napoli

Quando diventa funzionario tecnico della sovrintendenza di Napoli nel 1893 avvia una nuova fase di valorizzazione e restauro di cattedrali medievali e chiese in Puglia, tra cui le cattedrali di Bari Ruvo e Bitonto[1][2], a Ruvo inoltre durante la sua permanenza realizza le cappelle nobiliari delle famiglie Jatta e Caputi Jambrenghi[3]. A Bari nel 1905 realizza, insieme a Augusto Corradini, Palazzo Fizzarotti, un imponente edificio in stile eclettico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Annunziata Berrino, Alfredo Buccaro e Fabio Mangone, Ettore Bernich architetto (1850-1914). La storia, il progetto, il restauro, Prospettive Edizioni, 2006.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN28275552 · ISNI (EN0000 0000 4058 2288 · LCCN (ENn2008018202 · GND (DE13392663X · ULAN (EN500077841 · BAV ADV10293270