Eremo di San Giovanni all'Orfento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eremo di San Giovanni all'Orfento
Caramanico Terme - Eremo di San Giovanni all'Orfento 01.jpg
StatoItalia Italia
RegioneAbruzzo Abruzzo
LocalitàCaramanico Terme
ReligioneChiesa cattolica
Arcidiocesi Pescara-Penne
Inizio costruzioneXI-XIII secolo

Coordinate: 42°09′14.09″N 14°04′50.52″E / 42.153913°N 14.080699°E42.153913; 14.080699

L'eremo di San Giovanni all'Orfento si trova nella Majella a 1227 m s.l.m. lungo la valle dell'Orfento, nel comune di Caramanico Terme. [1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'eremo si eleva nella Riserva naturale Valle dell'Orfento e fu frequentato da Pietro da Morrone (divenuto poi Papa Celestino V) tra il 1284 e il 1293.

Il sito è certamente tra i più inaccessibili fra gli eremi abitati dai discepoli del santo. Vi si può accedere, solo dopo aver ottenuto l'autorizzazione dal Comando della Stazione Forestale di Caramanico, attraversando Piana Grande ad est della frazione di Decontra. Si scende, quindi, lungo una faggeta verso la valle dell'Orfento su stretti sentieri.

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

Probabilmente il romitorio è stato scavato sfruttando cavità preesistenti, al di sotto delle quali, poi, sono stati realizzati in pietra gli ambienti di un monastero; gli scavi archeologici del 1995, infatti, hanno rilevato reperti databili all'età del bronzo.

L'accesso all'eremo avviene tramite una scala di venti gradini, lunga circa otto metri, seguita da un camminamento scavato nella roccia; data la larghezza estremamente ridotta del passaggio, che si restringe ulteriormente in prossimità delle celle, costringendo il visitatore ad avanzare carponi, si ritiene che l'ingresso avvenisse tramite una passerella in legno addossata alla parete in roccia.

La prima stanza che si incontra è un ambiente rettangolare di 2x3,8 metri a volta piatta; nella parete sinistra della stanza sono ricavate due nicchie, con una terza nella parete di fondo. Segue una stanza chiusa da una volta a botte, che ospita un semplice altare, ed altri vani con delle nicchie ricavate nelle pareti, presumibilmente utilizzate come ripostigli.

L'eremo è dotato anche di un impianto idrico scavato nella roccia che raccoglie l'acqua piovana, convogliandola in vasche di raccolta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Autori Vari, Eremo di San Giovanni all'Orfento, Regione Abruzzo. URL consultato il 23/04/2012 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2016).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Edoardo Micati, San Giovanni all'Orfento, Caramanico Terme (PE), in Eremi d'Abruzzo, guida ai luoghi di culto rupestri, Pescara, Carsa Edizioni, 2000, pp. 26-29, ISBN 88-85854-74-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]