Emile Deschamps

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Émile Deschamps

Émile Deschamps de Saint-Amand, uno dei principali esponenti della scuola romantica (Bourges, 20 febbraio 1791Versailles, 23 aprile 1871), è stato un poeta francese.

Per contribuire con maggior vigore alla causa romantica fondò con Victor Hugo La Muse Française (1824), un giornale al quale contribuì con versi e racconti firmati "Le Jeune Moraliste" (il giovane moralista).

Quattro anni dopo raccolse e pubblicò Etudes française et étrangères (1828), una raccolta di poesie e traduzioni. Pubblicò La paix conquis (la pace conquistata) (1812), un'ode che si guadagnò la lode di Napoleone; Contes physiologiques (1854); e Réalités fantastiques (1854). Le sue Œuvres Complètes furono pubblicate in sei volumi (1872-1874).

Compose, insieme ad Emiliano Pacini, il libretto per l'Opera Stradella - Grand-opera in 5 atti - Musica di Louis Niedermeyer.. L'Opera ebbe la prima il 1837 presso l'Académie Royale de Musique di Parigi .

Fu anche librettista per le opere "Gli Ugonotti" di Giacomo Meyerbeer e "Ivanhoé" di Gioachino Rossini, per il quale scrisse anche la poesia "Nizza, je puis sans peine", musicata nel 1836.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN61605328 · ISNI (EN0000 0001 2280 7567 · LCCN (ENn81080038 · GND (DE117632767 · BNF (FRcb122707036 (data) · NLA (EN35805084 · BAV ADV11763495
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie