European Women's Hockey League

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Elite Women's Hockey League)
Jump to navigation Jump to search
European Women's Hockey League
SportIce hockey pictogram.svg Hockey su ghiaccio
Tipoper squadre di club
PaeseAustria Austria
Italia Italia
Slovenia Slovenia
Ungheria Ungheria
Kazakistan Kazakistan
Polonia Polonia
Danimarca Danimarca
In passato:
Bielorussia Bielorussia
Croazia Croazia
Rep. Ceca Rep. Ceca
Germania Germania
Paesi Bassi Paesi Bassi
Slovacchia Slovacchia
Cadenzaannuale
Aperturasettembre
Chiusuramarzo
Partecipanti9
Formulagirone di andata e ritorno seguito da play-off per le prime 4
Sito Internetwww.ewhl.com
Storia
Fondazione2004
DetentoreUngheria KMH Budapest
Edizione in corsoEuropean Women's Hockey League 2019-2020

L'European Women's Hockey League, fino al 2016 denominata Elite Women's Hockey League, (EWHL) è l'unica competizione internazionale di hockey su ghiaccio femminile per club.

Nacque, sul modello della Alpenliga maschile (e non di rado viene ancora chiamata Alpenliga al femminile, in particolare in Italia), nel 2004 e coinvolgeva squadre provenienti dall'Italia, dall'Austria, dall'Ungheria e dalla Slovenia. Nelle stagioni successive si aggiunsero altre nazioni: nel 2005 la Slovacchia, nel 2006 la Croazia, nel 2007 la Repubblica Ceca, nel 2008 la Germania (ma ne uscirono l'Ungheria e l'Italia), configurandosi così come un campionato mitteleuropeo.

Nel 2009-2010, tornò una squadra italiana, ma ne uscirono croate e ceche. Si ridusse anche il numero dei partecipanti (da 9 a 6), e la formula cambiò: al classico girone di andata e ritorno si decise di far seguire un ulteriore girone di sola andata. Dopo una stagione, di nuovo uscirono le italiane, sostituite dalle olandesi; le partecipanti salirono ad otto.

Accanto alla EWHL, nacque dalla stagione 2011-2012 la EWHL Super Cup, per consentire alle migliori squadre della EWHL di confrontarsi con le migliori squadre svizzere e tedesche, che di conseguenza uscirono dalla EWHL. Dal torneo uscirono anche le squadre slovene, ma entrarono (per due sole stagioni) le bielorusse HK Pantera Minsk.

Il 2012 ha visto il rientro di italiane e ungheresi, ma l'uscita delle slovacche.

Nel 2013-2014 ha vinto per la prima volta una squadra italiana, ed ha fatto ritorno una squadra slovacca. Dalla stagione successiva è stata iscritta una squadra kazaka, che gioca tutti i suoi incontri in trasferta.

Dopo due anni di dominio del Vienna, nella stagione 2016/17, la squadra rappresentante l'Italia, le Eagles Bolzano, sono nuovamente riuscite a vincere la coppa perdendo solo due delle complessive 20 partite.

A partire dal 2019, a seguito del mancato accordo con l'ideatore e manager della lega, Martin Kogler, l'organizzazione del torneo è passata dalla Federazione di hockey su ghiaccio dell'Austria a quella dell'Ungheria.[1]

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1º posto 2º posto 3º posto
2004-05 Austria EHV Sabres Wien Slovenia HK Terme Maribor Italia HC Agordo
2005-06 Slovacchia HC Slovan Bratislava Slovenia HK Terme Maribor Italia HC Eagles Bolzano
2006-07 Slovacchia HC Slovan Bratislava Austria HC The Ravens Salzburg Slovenia HK Terme Maribor
2007-08 Rep. Ceca HC Slavia Praga Austria HC The Ravens Salzburg Austria EHV Sabres Wien
2008-09 Rep. Ceca HC Slavia Praga Germania OSC Berlino Germania ESC Planegg
2009-10 Germania ESC Planegg Austria HC The Ravens Salzburg Austria EHV Sabres Wien
2010-11 Austria EHV Sabres Wien Slovacchia HC Slovan Bratislava Germania ESC Planegg
2011-12 Austria EHV Sabres Wien Slovacchia HC Slovan Bratislava Bielorussia HK Pantera Minsk
2012-13 Bielorussia HK Pantera Minsk Austria EHV Sabres Wien Austria DEC Salzburg Eagles
2013-14 Italia EV Bozen Eagles Austria Neuberg Highlanders Austria EHV Sabres Wien
2014-15 Austria EHV Sabres Wien Italia EV Bozen Eagles Austria DEC Salzburg Eagles
2015-16 Austria EHV Sabres Wien Austria DEC Salzburg Eagles Kazakistan Aisulu Almaty
2016-17 Italia EV Bozen Eagles Austria DEC Salzburg Eagles Slovacchia SKP Bratislava
2017-18 Austria EHV Sabres Wien Italia EV Bozen Eagles Ungheria KMH Budapest
2018-19 Ungheria KMH Budapest Austria EHV Sabres Wien Italia EV Bozen Eagles
2019-20

Podii per squadra[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1º posto 2º posto 3º posto
Austria EHV Sabres Wien 6 2 3
Italia EV Bozen Eagles 2 2 1
Slovacchia HC Slovan Bratislava 2 2 0
Rep. Ceca HC Slavia Praga 2 0 0
Germania ESC Planegg 1 0 2
Bielorussia HK Pantera Minsk 1 0 1
Ungheria KMH Budapest 1 0 1
Austria DEC Salzburg Eagles / HC The Ravens Salzburg 0 5 2
Slovenia HK Terme Maribor 0 2 1
Germania OSC Berlino 0 1 0
Austria Neuberg Highlanders 0 1 0
Italia HC Agordo 0 0 1
Italia HC Eagles Bolzano 0 0 1
Kazakistan Aisulu Almaty 0 0 1
Slovacchia SKP Bratislava 0 0 1

Podii per nazione[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1º posto 2º posto 3º posto
Austria Austria 6 8 5
Italia Italia 2 2 3
Slovacchia Slovacchia 2 2 1
Rep. Ceca Rep. Ceca 2 0 0
Germania Germania 1 1 2
Bielorussia Bielorussia 1 0 1
Ungheria Ungheria 1 0 1
Slovenia Slovenia 0 2 1
Kazakistan Kazakistan 0 0 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Si apre un nuovo capitolo nella storia della EWHL, su evbz-hockeyacademy.it. URL consultato il 16 settembre 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Hockey su ghiaccio Portale Hockey su ghiaccio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di hockey su ghiaccio