Eleonora Osorio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Eleonora Osorio (... – Palermo, 30 marzo 1550) fu moglie di Juan de Vega, ambasciatore di Carlo V a Roma e viceré di Sicilia; fu una delle principali sostenitrici di Ignazio di Loyola e della Compagnia di Gesù delle origini.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Conobbe Ignazio di Loyola a Roma, dove suo marito, Juan de Vega, era ambasciatore di Carlo V presso il papa: sostenne, anche finanziariamente, l'opera dei gesuiti in favore delle vittime della prostituzione (la casa di Santa Marta).[1]

Nel 1547 seguì il marito, nominato viceré di Sicilia, a Palermo: attraverso Jerónimo Doménech, chiese a Ignazio di fondare un collegio gesuita a Messina (l'attuale università) sul modello di quello fondato a Gandia da Francesco Borgia.[2]

Alla sua morte, l'opera di sostegno alla Compagnia fu continuata dalla figlia Isabella, moglie del duca di Bivona Pedro de Luna.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ J.W. O'Malley, op. cit., p. 199.
  2. ^ J.W. O'Malley, op. cit., p. 225.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie