Edward Neill

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Edward Neill (Firenze, 1929Genova, 15 maggio 2001) è stato un critico musicale italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò a Genova con il maestro Mario Moretti, e si dedicò in particolare a Paganini, su cui pubblicò numerosi studi, e alla musica popolare ligure, di cui raccolse preziose testimonianze sul campo (in particolare la sua versione del Perigordino, affidata al recupero filologico del gruppo musicale genovese di Max Manfredi La Rionda).

Interessato più agli autori rimasti parzialmente in ombra che ai grandi conclamati, nel 1959 fondò l'Associazione Italiana "A. Bruckner"; scrisse anche di compositori più o meno trascurati come Holst, Nielsen, Skrjabin, Berwald, Elgar, Reger, Busoni, Britten, Nastasijević, Roussel, e degli scandinavi in genere.

Nel 1972 fu fra i soci fondatori dell'Istituto di Studi Paganiniani, e nel 1974, con Diego Carpitella e Roberto Leydi, dette vita alla Società Italiana di Etnomusicologia. Fondò inoltre nel 1983 e diresse l'Istituto Demologico Ligure. Collaborò al terzo programma radiofonico della RAI con cicli di trasmissione su Britten, Paganini, Saint-Saëns, Stradella e la musica degli Stati Uniti.

Nel suo studio in via San Luca, nel centro storico di Genova, custodiva un ricchissimo archivio di partiture, registrazioni e pubblicazioni, che metteva a disposizione di amici e studiosi. Il Comune di Genova gli ha attribuito il Grifo d'Oro nell'ottobre 2000. L'imponente archivio è stato rilevato dalla Fondazione De Ferrari, tranne le registrazioni di folklore genovese e ligure cedute alla Regione Liguria.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Edward Neill, Musica, tecnica ed estetica nel canto degli uccelli, Padova, Zanibon, 1975.
  • Edward Neill, Niccolò Paganini. Il cavaliere filarmonico, Genova, De Ferrari, 1990.
  • Edward Neill, Paganini. Con la riproduzione integrale dei disegni di L.P.A. Burmeyster (Lyser), Genova, Graphos, 1994.
  • Edward Neill, Rime popolari genovesi, Genova, Edizione S. Marco dei Giustiniani, 2001.
  • Paul-Gilbert Langevin, Harry Halbreich, Gustav Kars, Edward Neill, Hans-Hubert Schönzeler, Anton Bruckner, apogée de la symphonie, l'Age d'Homme, 1977.
Controllo di autoritàVIAF: (EN61597848 · ISNI: (EN0000 0000 6148 7693 · BNF: (FRcb12227727v (data)