Donizone di Canossa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Raffigurazione tratta da un codice trecentesco dell'Acta Comitissae Mathildis di Donizone. Reggio Emilia, Biblioteca Panizzi

Donizone di Canossa (in latino: Donizo; Canossa, 1071 circa – Canossa, 1130 ?) è stato un monaco cristiano e biografo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato probabilmente a Canossa e vissuto tra i secoli XI e XII, fu monaco benedettino del monastero di Sant'Apollonio di Canossa, in cui entrò verso il 1090 e del quale divenne successivamente abate.

Compose alcuni scritti in latino, tra i quali ricordiamo l'Enarratio Genesis, opera in distici (368 versi), di carattere religioso, e la Vita Mathildis ("Vita di Matilde") o Acta Comitissae Mathildis ("Atti della contessa Matilde"), biografia della Grancontessa Matilde di Canossa (di cui fu amico e confessore personale), composta poco prima del 1115. Quest'ultima opera, divisa in due libri, è ritenuto di ragguardevole importanza storica come fonte primaria sulla vita di Matilde, nonostante lo stile di Donizone sia piuttosto rozzo e incolto.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dall'Enciclopedia Italiana Treccani.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Treccani, Giovanni: Enciclopedia Italiana Treccani, Istituto Poligrafico dello Stato, Roma, 1951.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN40176240 · ISNI (EN0000 0000 8065 2447 · LCCN (ENn86041655 · GND (DE118879928 · BNF (FRcb160347502 (data) · BNE (ESXX850636 (data) · BAV (EN495/27063 · CERL cnp00401687 · NDL (ENJA00743091 · WorldCat Identities (ENlccn-n86041655