Donato Velluti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Donato Velluti (Firenze, 6 luglio 1313[1]Firenze, 1º luglio 1370[1]) è stato un politico e cronista italiano del XIV secolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Velluti venne al mondo nel 1313 come figlio di una influente famiglia nobile di Firenze.

La famiglia era originaria di Semifonte (presso Poggibonsi) che aveva acquisito un certo benessere nella seconda metà del XIIi secolo grazie a commerci esercitati, tra gli altri, a Parigi e Londra.

Dopo aver frequentato studi universitari a Bologna dal 1329 al 1338, Velluti tornò a Firenze e ricoprì diversi incarichi pubblici. Nel 1341 fu priore, nel 1351 ricoprì la carica di Gonfaloniere di Giustizia. Ricoprì incarichi pubblici fino alla sua morte nel 1370.

Dal 1367 fino alla sua morte Velluti scrisse La Cronica domestica, divisa in tre parti, in cui descrive la storia della sua famiglia.

La Cronica domestica fu pubblicata una prima volta nel 1731. Nel 1914 è uscita una edizione critica a cura di Isidoro Del Lungo e Guglielmo Volpi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Velluti et al.: La cronica domestica di Messer Donato Velluti, scritta fra il 1367 e il 1370, con le addizioni di Paolo Velluti, scritte fra il 1555 e il 1560 dai manoscritte originali per cura di Isidoro del Lungo e Guglielmo Volpi, con cinque tavole dimostrative e sei facsimili. Sansoni, Firenze 1914. (online)
  • (EN) Colette Gros, Velluti, Donato, Aus: Encyclopedia of the Medieval Chronicle. Brill Online. URL consultato il 9 aprile 2013.
  • Ch. M. de La Ronciere: Une famille florentine au XIV siècle: les Velluti. da: G. Duby, J. Le Goff (a cura di): Famille et parenté dans l’Occident médiéval. Actes du Colloque de Paris (6-8 juin 1974) organisé par l’Ecole pratique des hautes études (VI section) en collaboration avec le Collège de France et l’ École Française de Rome. Selbstverlag des École Français de Rome, Paris/Rom 1977, pp. 227–248.
  • Donato Velluti, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN34590595 · ISNI (EN0000 0000 8113 6540 · LCCN (ENn87805558 · GND (DE10435805X · BNF (FRcb129810079 (data) · BAV ADV11235580 · CERL cnp00369925
Storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia