Discussione:Teatro dei burattini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crystal Clear app ksirtet.png Questa voce rientra tra gli argomenti trattati dal progetto tematico sottoindicato.
Puoi consultare le discussioni in corso, aprirne una nuova o segnalarne una avviata qui.
P culture.svg Teatro
Monitoraggio fatto.svg La voce è stata monitorata per definirne lo stato e aiutarne lo sviluppo.
Ha ottenuto una valutazione di livello minimo (gennaio 2010).
C Seri problemi relativi all'accuratezza dei contenuti. Importanti aspetti del tema non sono trattati o solo superficialmente. Altri aspetti non sono direttamente attinenti. Alcune informazioni importanti risultano controverse. Potrebbero essere presenti uno o più avvisi. (che significa?)
C Seri problemi di scrittura. Linguaggio comprensibile, ma con stile poco scorrevole. Strutturazione in paragrafi carente. (che significa?)
D Gravi problemi relativi alla verificabilità della voce. Molti aspetti del tema sono completamente privi di fonti attendibili a supporto. Presenza o necessità del template {{F}}. (che significa?)
C Seri problemi relativi alla dotazione di immagini e altri supporti grafici nella voce. Mancano alcuni file importanti per la comprensione del tema. (che significa?)
Monitoraggio effettuato nel gennaio 2010

'== Burattini bolognesi =='Testo in grassetto

Bologna si può considerare la capitale dei Burattini, con 4 personaggi ancora vivi e attivi: Balanzone, Fagiolino, Sganapino, Flemma. Balanzone viene chiamato altresì erroneamente Ballanzone con origine etimologica da "Balla" dal bolognese "bugia". Invero il personaggio è sì logorroico in tirate a volte inconcludenti, ma non si può definire bugiardo. Infatti l'origine di Balazone è da "balanza", bilancia, la bilancia della giustizia. Egli infatti nasce come satira dei famosi legisti Bolognesi che nel 500 diventano boriosi e spesso disoccupati al contrario dei glossatori che diffondevano la legge in tutta europa, venivano chiamti ed erano ricercatissimi. Ricordiamo che Bologna prima università del mondo occidentale dettava legge ovunque. Fagiolino o Faggiolino? Sui testi inizio novecento si trova con 2 g. Questo si attribuiva al legno di faggio di cui si diceva fosse il bastone o la testa. Più consono è invece Fagiolino con una sola g in quanto il faggio non centra e viene chiamato da Sganapino Fagiolo (Fasol). Sganapino, figlio di Augusto Galli, ultimo nato è la spalla di Fagiolino, fifone, a volte furbetto, sciocchino, ingenuo ma non stupido. Flemma precede Sganapino come spalla di Fagiolino, ma data la sua flemma, è più adatto a parti marginali e particolari. altre informazioni sul sito www.teatrolagarisenda.com

                                                      12-1-2010 PIERLUIGI fOSCHI